Natale con i tuoi? Non per forza… le sei alternative

Dal villaggio di Babbo Natale in Finlandia alle palle per il cenone della vigilia di Merano fino alla pista di pattinaggio di New York

E’ ora di sfatare il detto ‘Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi’. Chi desidera trascorrere un Natale diverso dai soliti pranzi a base di decine di portate con tutta la famiglia, può prendere e partire per quelle località dove il Natale si sente davvero. Ecco alcune idee che faranno felici le famiglie, i bambini e persino le coppie che desiderano fuggire dalle feste tradizionali.

Rovaniemi, il villaggio di Babbo Natale
A Natale i bambini vengono prima di tutto. Ecco allora che, per farli felici, c’è un solo posto al mondo dove dovete portarli: al villaggio di Babbo Natale. A Rovaniemi, in Finlandia, si può incontrare Santa Claus nel suo ufficio, consegnarli in mano la letterina, conoscere gli elfi che lo aiutano a impacchettare i regali e le renne che tirano la slitta e lo accompagnano a distribuire doni. Il vero Babbo Natale non è quello che si trova davanti ai centri commerciali e che si vede negli spot in Tv, ma è solo qui.

Le palle di Natale di Merano
Un cenone di Natale come questo non lo avete mai trascorso. Nella splendida cornice della cittadina dell’Alto Adige, addobbata a festa, con il suo enorme mercatino di Natale che si sviluppa lungo il fiume Passirio, vengono allestite cinque grandi palle di legno all’interno delle quali sono stati ricavati dei tavoli per cenare la sera. Si cena stretti stretti, tra cuscini di feltro e lampadari a forma di corna di renna. Menu gorumet e vini eccellenti accompagnano la vigilia del Natale.

Natale con i praghesi
A Praga si festeggia la sera del 24 dicembre con il tipico e beneaugurante cenone, magari preceduto da un bel digiuno. Non è insolito che i turisti vengano invitati dai praghesi a festeggiare il Natale con loro. La cena è a base di zuppa di pesce e carpa impanata e fritta e servita con insalata di patate. La carpa natalizia è uno dei simboli del Natale della Repubblica Ceca, non a caso nel periodo dell’Avvento per le strade di tutte le città capita di imbattersi in grandi tini pieni di pesci. Mangiare la carpa, proveniente dai laghi della Boemia meridionale, è un must a Natale. Per chiudere, non mancano i biscottini e le torte tradizionali: cornetti alla vaniglia, treccia alle mandorle, biscottini di Linz o pan speziato decorato.

White London
A Natale Londra è tutta una festa. C’è solo l’imbarazzo della scelta su come trascorrere la giornata del 25 dicembre. Tra festival nei parchi (a Hyde Park si tiene il Winter Wonderland e a Kempton Park c’è il William Hill Winter Festival), regate al Lee Valley White Water Centre, dove si sono tenute le Olimpiadi, aperitivi nelle capsule private del London Eye, la ruota panoramica sulla City che, per l’occasione, è illuminata a festa e tanti spettacoli teatrali a cartellone, tra cui il Christmas Festival alla Royal Albert Hall, Christmas Carol Concert all’Old Royal Naval College, Hansel and Gretel al National Theatre e Slava’s Snowshow alla Royal Festival Hall.

Natale a New York
Non è il titolo di un cinepanettone, ma è quanto di più spettacolare ci sia in fatto di feste natalizie. La Grande Mela a Natale è più bella che mai. Le illuminazioni di strade e negozi si sprecano. Se poi nevica lo spettacolo è ancora più affascinante. Non perdetevi una passeggiata a Central Park e una pattinata sulle piste del parco e della più famosa del mondo che si trova sotto il Rockefeller Center. Nella città che non dorme mai il giorno di Natale non chiudono neppure i musei, i teatri (compresi quelli di Broadway) e la maggior parte dei ristoranti. Ecco allora che, se il freddo è polare come accade in questo periodo, potete rinchiudervi da qualche parte e trascorrere un Natale decisamente diverso.

Alla Fira de Santa Llúcia di Barcellona
Nella citttà catalana il Natale si festeggia in modo alquanto irriverente. A Barcellona le decorazioni non sono le solite palline colorate o gli addobbi tradizionali. La decorazione più popolare si chiama Caga Tió e consiste in un pupazzo le cui feci sono fatte di dolciumi e di cui tutti i bambini vanno ghiotti. Anche il presepe è decorato con la figurina del caganer, una caratteristica statuina folkloristica catalana, raffigurante una persona intenta a defecare. La festa di Santa Llúcia si svolge in Avinguda de la Catedral, dove si tiene anche il mercatino di Natale.

Natale con i tuoi? Non per forza… le sei alternative