Tassa di soggiorno al via

Il weekend pasquale sarà il primo a essere interessato dalla nuova imposta di soggiorno a carico dei turisti. Si va da 0,50 a 5 euro

A Pasqua in tutta Italia si inizierà a pagare la tassa di soggiorno. La spesa del turista aumenterà da un minimo di 50 centesimi a un massimo di 5 euro, a seconda della categoria degli hotel, agriturismi e bed& breakfast, e sarà destinata a finanziare interventi in materia di turismo, di manutenzione e di recupero di beni culturali e ambientali locali. L’intera Penisola, da Gardaland al Gargano, passando per le colline toscane, Capri e Sorrento sarà interessata da questa nuova imposta che ha fatto il suo esordio nel 2011. L’anno scorso solo Venezia, Firenze, Roma, Palermo, Villasimius e Vieste avevano optato per questa imposta. Ma nel 2012 molti più comuni turistici italiani hanno fatto ricorso alla tassa di soggiorno che può essere applicata fino a un massimo di 5 euro.

 

Tassa di soggiorno al via