Piemonte a testa in su con il funambolo sospeso tra cielo e terra

Tre appuntamenti estivi per scoprire e riscoprire il Piemonte visto dagli occhi del funambolo Andrea Loreni

Chissà quanto devono essere belle le città Piemontesi viste dalla prospettiva di Andrea Loreni, l’unico funambolo italiano che può toccare le nuvole con un dito perché è lui che riesce a camminare sul cielo. Ed è sempre lui che quest’estate animerà alcuni dei territori piemontesi più suggestivi con degli spettacoli che lasceranno gli osservatori col fiato sospeso.

Tra agosto e settembre, infatti, il funambolo più celebre d’Italia sarà protagonista di 3 traversate incredibili assolutamente da non perdere. Dopo aver percorso chilometri su un cavo teso nei cieli di numerose città italiane e nel mondo, ora sta per tornare nel BelPaese. Sarà questa l’occasione di riscoprire il territorio piemontese in maniera inedita e spettacolare.

Il mese di agosto verrà inaugurato proprio con la sua presenza alla diga di Ceresole Reale, nel Parco del Gran Paradiso. In occasione del 90esimo anno di questa, Andrea Loreni compirà una delle traversate più vertiginose della sua carriera camminando su un cavo lungo 300 metri e sospeso a 20 metri d’altezza.

Torino

Torino, esibizione di Andrea Loreni del 2015

Il secondo appuntamento, invece, coinciderà con il Festival Allegro con Brio a Verbani. Sarà in questa occasione che, domenica 8 agosto, Andrea si cimenterà in una traversata notturna e spettacolare che sarà illuminata dalle luci collocate sopra il suo bilanciere. In questa occasione percorrerà 70 metri a un’altezza di 15 metri per raggiungere la villa della biblioteca situata proprio di fronte il Lago Maggiore.

L’ultimo e imperdibile appuntamento, invece, si terrà il 12 settembre sulle suggestive vigne Ceretto nelle Langhe. In occasione della conclusione del progetto La Via selvatica, promosso dai Ceretto insieme a Matteo Caccia, Andrea Loreni attraverserà un luogo unico che è la testimonianza dell’incontro magico tra il lavoro e la natura, lo stesso riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Torino

Torino, esibizione di Andrea Loreni del 2015

Tre appuntamenti imperdibili per scoprire e riscoprire in maniera inedita il Piemonte e le sue meraviglie attraverso il funambolismo suggestivo di Andrea Loreni, l’uomo che vive sospeso tra cielo e terra. La sua propensione a esercitare lì, a pochi passi dalle nuvole, lo ha avvicinato alla pratica della meditazione Zen he ha approfondito al monastero Sogen-Ji a Okayama in Giappone.

Nel suo percorso di ricerca Andrea, che cammina sull’acqua, nel verde delle montagne o tra i palazzi, ha scelto di unire lo Zen e il funambolismo, per questo ogni sua esibizione è un vero spettacolo per gli occhi e per il cuore.

Torino

Torino, esibizione di Andrea Loreni del 2015

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piemonte a testa in su con il funambolo sospeso tra cielo e terra