Riad: cosa vedere nella capitale dell’Arabia Saudita sede di Expo 2030

Quasi un miraggio nel deserto: Riad, la splendida capitale dell'Arabia Saudita, ospiterà l'Expo 2030. Scopriamo quali sono le sue incredibili bellezze

Foto di Giulia Sbaffi

Giulia Sbaffi

Content writer

Web content writer, da sempre appassionata di storie e di viaggi.

Anche la nostra splendida Roma era in lizza, ma non ce l’ha fatta: ad aggiudicarsi l’onore di ospitare l’Expo 2030 è stata la città di Riad, capitale dell’Arabia Saudita. Si tratta di un Paese che sempre più, nel corso degli ultimi anni, si sta aprendo al turismo – pur con tutte le sue difficoltà, culturali e non solo. Questa sarà dunque un’occasione importante per rendere ancor più “ufficiale” il suo ingresso tra le mete turistiche più belle del Medio Oriente. Ma cosa vedere? Andiamo alla scoperta delle bellezze di Riad.

Riad, una città nel deserto

Sospesa tra passato e futuro, Riad è una delle città più affascinanti del Medio Oriente, e non ha nulla da invidiare a mete ben più famose – e visitate – come Dubai, Abu Dhabi e simili. Siamo in Arabia Saudita, un Paese aspro e tuttavia meraviglioso, dove a dominare è il deserto: Riad ne è la capitale, sebbene il ruolo di città più importante spetti sicuramente, almeno dal punto di vista culturale e religioso, a La Mecca (qui nacque il profeta Maometto e, con esso, l’islamismo). Proprio per il suo aspetto intrinsecamente legato alla fede, il Paese ha per lungo tempo respinto l’idea di aprirsi al turismo di massa.

Ma ora le cose stanno cambiando, e sempre più viaggiatori provenienti da tutto il mondo si cimentano in un’esperienza ai limiti dell’incredibile, andando alla scoperta delle tante meraviglie dell’Arabia Saudita. La sua capitale, Riad, sorge sull’altopiano del Najd ed è circondata dall’immenso deserto arabico, dal clima arido e dalle difficilissime condizioni di vita. La città sembra spuntare quasi come un miraggio, con i suoi enormi grattacieli futuristici e le architetture classiche (ci sono ben 4.300 moschee!), in un miscuglio di bellezze tutte da visitare.

Cosa vedere a Riad

Riad è servita dal vicino aeroporto internazionale Re Khalid, quindi è facile raggiungerla: il periodo migliore per visitarla è l’inverno, dal momento che negli altri mesi dell’anno le temperature toccano (e superano) facilmente i 40°C durante le ore diurne. Ma cosa possiamo vedere in città? Di certo, i suoi incredibili palazzi dall’aspetto futuristico: è il caso, ad esempio, della Kingdom Tower, che con i suoi 302 metri è l’edificio più alto di Riad. Di notte il suo profilo è illuminato con colori meravigliosi, mentre di giorno si può percorrere la passerella di vetro al 99esimo piano per ammirare un panorama unico.

Non meno affascinante è il Burj Rafal, uno degli hotel più alti al mondo: è costruito su 70 piani e ospita ben 350 camere. Nei quartieri più moderni della città, ci sono numerosi centri commerciali dove fare shopping di lusso. Ma basta addentrarsi tra le viuzze del centro della vecchia Riad per trovare coloratissimi suq, vivaci mercati che offrono spezie profumate, tessuti di mille sfumature e un’infinità di altri prodotti tipici del luogo.

Sempre nel cuore della città si può visitare la Fortezza Masmak, costruita nell’800 in mattoni di fango e argilla, con le sue maestose mura di cinta e le torri che svettano imponenti verso il cielo. Al suo interno è ospitato uno splendido museo che conserva armi antiche e vestiti d’epoca. E a questo proposito, nelle vicinanze c’è il National Museum che ci permette di fare un tuffo indietro nel tempo, andando alla scoperta della storia dell’Arabia Saudita dalla preistoria ad oggi.