Unesco, i Patrimoni dell’Umanità a rischio

Sono 35 i siti che risultano essere in pericolo per colpa dell'uomo. Tra i più famosi, le Galápagos, la barriera corallina del Belize e Gerusalemme

L’Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) ha appena pubblicato un rapporto sui 35 siti iscritti tra i Patrimoni dell’Umanità che risultano essere a rischio. Il documento che si intitola "From Space to Place: an Image Atlas of World Heritage Sites on the ‘In Danger’ list", consultabile sul sito dell’Unesco, mostra vedute dall’alto di 31 dei 35 luoghi. Si tratta di aree minacciate dal desertificazione, dal riscaldamento globale, dalle guerre e dall’urbanizzazione. Dalla barriera corallina del Belize alle rovine di Chan Chan del Perù, dal microcosmo delle Isole Galápagos, in Ecuador, ai magnifici giardini di Shalimar in Pakistan, dal centro storico con le mura di Gerusalemme alle risaie terrazzate tipiche delle Filippine.

Unesco, i Patrimoni dell’Umanità a rischio