Il Parco Nazionale italiano che ha vinto un premio importantissimo

Il più antico Parco Nazionale italiano ha appena ricevuto un riconoscimento importantissimo: quale e tutte le motivazioni che lo hanno portato alla vittoria

L’Italia delle eccellenze. Il nostro Paese non solo vanta territori variegati e dalla bellezza indescrivibile, è anche in grado di vincere importanti premi che sottolineano e valorizzano la sua ricchezza. È quello che è appena accaduto a questo straordinario Parco Nazionale italiano.

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso vince il Green Travel Award 2022

Stiamo parlando del Parco Nazionale del Gran Paradiso, un’area protetta eccezionale che prende vita a cavallo delle regioni Valle d’Aosta e Piemonte, attorno al massiccio del Gran Paradiso. Esteso per una superficie di 71.043,79 ettari su un terreno prevalentemente montuoso, si distingue anche per essere il Parco Nazionale più antico d’Italia.

Anche quest’anno si è rinnovato l’appuntamento annuale della consegna dei Green Travel Award, il prestigioso riconoscimento per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile attribuito dal Gruppo Italiano Stampa Turistica, giunto alla sua X edizione. Ed è stato proprio il Parco Nazionale del  Gran Paradiso a ricevere il premio della categoria Best Green Destination Italia.

Perché ha vinto il Parco Nazionale del Gran Paradiso

Le motivazioni che hanno portato il Parco Nazionale del Gran Paradiso a ottenere questo riconoscimento sono le seguenti: “Premiamo il Parco Nazionale Gran Paradiso, prima area protetta d’Italia, che nel 2022 compie un secolo, perché ha contribuito a preservare l’ambiente e a valorizzare le tradizioni, le tipicità e l’economia del territorio. L’area protetta ha incentivato una migliore gestione da parte dei Comuni nel territorio del Parco e ha contribuito alla crescita della qualità della vita delle comunità locali.

Ma non è finita qui. Tra le ragione della vittoria si legge anche: “L’itinerario Giro Parco, che collega tutti i versanti, consente di ammirare le diversità paesaggistiche del territorio. Di grande valore, inoltre, il Marchio di qualità del Parco assegnato agli operatori del settore turistico alberghiero, dell’artigianato e dell’agroalimentare impegnati in un percorso di qualità e sostenibilità, che garantisce ai consumatori la provenienza dal territorio del Parco, la qualità delle lavorazioni, un’accoglienza all’insegna del rispetto per l’ambiente oltre che della cortesia e delle tradizioni locali

Il premio è stato ritirato da Italo Cerise, Presidente PNGP che entusiasta ha dichiarato: “Sono felice di ricevere questo riconoscimento a nome di tutto l’ente Parco perché questo è un momento speciale per noi che siamo in procinto di dare il via alle celebrazioni del primo centenario dell’area protetta. Ancora di più sono orgoglioso delle motivazioni che hanno spinto la giuria a conferirci il premio dando il giusto risalto agli sforzi fatti in termini di gestione, conservazione e divulgazione. Guardiamo al futuro con speranza assicurando il massimo impegno da parte nostra nel volere preservare il nostro territorio e tutte le straordinarie peculiarità che lo caratterizzano, oltre a concorrere al suo sviluppo“.

Gli altri vincitori

Il prestigioso riconoscimento attribuito dal Gruppo Italiano Stampa Turistica con il patrocinio di Legambiente, è destinato alle migliori realtà italiane ed estere che operano nei settori della ricettività e organizzazione turistica, così come delineate dalla “Carta europea del turismo sostenibile e responsabile”.

Come detto, il Parco Nazionale del Gran Paradiso ha ricevuto il 
Best Green Destination Italia, ma a vincere sono state anche:

  • Best Green Destination estera: Austria Turismo;
  • Best Green Tour Operator: Azonzo Travel;
  • Best Green Family Hotel: Falkensteiner Family Resort Lido, Alto Adige;
  • Best Green Accomodation Italia: Borgo Scopeto Wine & Country Relais, Toscana;
  • Best Green Accomodation Estero: Soneva Fushi, Maldive;
  • Best Bio Spa: Pangkor Laut Resort, Malacca, Malesia;
  • Premio Blu, Menzione d’onore Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030), coordinato da IOC-UNESCO: Tourism Seychelles.
Gran Paradiso destinazione green

Il Santuario di San Besso del Parco Nazionale del Gran paradiso