In Giappone è vietato fotografare le geishe, ecco cosa rischi

Tra le recenti norme adottate a Kyoto, spunta il divieto di fare foto alle geishe

Divieti strani e dove trovarli: in Giappone è ora proibito scattare foto alle geishe. Sappiamo bene che in giro per il mondo ci sono particolari usanze da rispettare e, a volte, strane norme di cui non è semplice comprendere il significato. Il divieto di fotografare le geishe potrebbe appartenere a quest’ultima categoria, ma in realtà si tratta di un provvedimento adottato per contenere le “esuberanze” di alcuni turisti.

È notizia di questi giorni che a Kyoto è entrato in vigore questo nuovo divieto, su iniziativa dei residenti del famoso quartiere di Gion, uno dei luoghi iconici della città. Gli abitanti sono sempre più infastiditi dall’invadenza dei viaggiatori, in particolar modo nei confronti delle geishe, che ormai non possono girare per strada senza venir disturbate. A seguito di alcuni spiacevoli “incidenti”, le autorità hanno deciso di intervenire in maniera dura. I turisti che verranno meno al divieto di fotografare le geishe saranno multati con un’ammenda di 10.000 yen (circa 82€).

La norma in questione è volta a ripristinare una situazione di tranquillità, perché negli ultimi anni è successo più e più volte che qualche visitatore più intraprendente iniziasse a inseguire una geisha, addirittura arrivando a violare la proprietà privata per avere la propria foto ricordo. Alcune donne hanno lamentato comportamenti incivili quali il tentativo di toccare i loro vestiti o le loro elaborate acconciature – senza permesso, ovviamente.

kyoto

Kyoto – Ph. Sean Pavone (123rf)

Ora diventa quindi vietato scattare fotografie all’interno di luoghi privati, incluse le strade private dei quartieri e, naturalmente, le abitazioni. Rimane invece possibile fotografare le geishe lungo le strade principali, chiedendo però l’autorizzazione alle dirette interessate. Il divieto è entrato in vigore lo scorso 25 ottobre 2019 ed è stato ampiamente pubblicizzato anche mediante cartelli e volantini. Sono anche state installate delle telecamere di sicurezza che riprendono i vicoli più tranquilli, dove non si possono più scattare le foto.

Il Giappone, negli ultimi anni, ha visto incrementare notevolmente l’afflusso turistico e Kyoto è una delle città più visitate di sempre. Gion è un quartiere molto apprezzato dai turisti: le abitazioni tradizionali giapponesi si alternano alle classiche case da tè, dove ancora oggi possiamo trovare le famose geishe. Proprio per il grande flusso di visitatori, il Giappone sta cercando di educare le persone al rispetto della sua millenaria cultura, anche attraverso delle regole che, in altre parti del mondo, possono apparire strane.

geishe

Il divieto di scattare foto alle geishe – Ph. kasto (123rf)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In Giappone è vietato fotografare le geishe, ecco cosa rischi