Ecco dove si mangia la pizza meno e più cara d’Italia

La classifica di Napoli Pizza Village

La città dove si mangia la pizza più conveniente d’Italia? È la stessa che ne è la patria: Napoli!

Lo ha rivelato uno studio pubblicato su Napoli Pizza Village, il sito di una delle feste più grandi d’Europa, con protagonista il piatto italiano per antonomasia (insieme agli spaghetti), che si svolgerà nel capoluogo campano dal 17 al 25 giugno.

Infatti, mangiare una pizza a Napoli costa in media 6,73 €.

Di converso, la città dov’è più caro divorarne una è la lombarda Varese, dove il prezzo medio è (addirittura) di 11,58 €.

Scorrendo la classifica, ci accorgiamo che al secondo posto dei luoghi più economici dove mangiare una pizza c’è Palermo (7,53 €), mentre il terzo posto è occupato da Vercelli (7,69 €).

Proseguendo, in ordine, troviamo: Cagliari (7,75 €), Livorno (8,04 €), Rovigo (8,09 €), Belluno (8,15 €), Brescia (8,27 €), Alessandria (8,27 €), Ascoli Piceno (8,34 €), Udine (8,42 €), Verona (8,61 €) e Rimini (8. 84 €).

E se decidessimo di mangiare una pizza a casa, ci converrebbe o sarebbe sempre meglio uscire o farcela recapitare?

Ebbene, il costo medio per realizzare una pizza in casa è di 8,73 €, a cui vanno aggiunti anche i costi delle bevande.

Il perché di questo prezzo ‘alto’? Non solo gli ingredienti e l’acqua ma anche il tempo impiegato nella realizzazione e lievitazione dell’impasto – circa 4 ore – e l’energia elettrica usata per la sua cottura.

Insomma, se non si vive a Varese, meglio ordinarla, risparmiando così sia soldi che tempo!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecco dove si mangia la pizza meno e più cara d’Italia