Delta Air, il vaccino potrebbe diventare un obbligo per volare

La compagnia aerea americana si è detta favorevole al vaccino per chi viaggia

La compagnia aerea americana Delta Air potrebbe far diventare il vaccino anti Covid-19 – non appena questo sarà disponibile – un obbligo per chi vorrà volare sulle sue rotte. È questo ciò che emerge nel corso di un’intervista rilasciata dal Ceo della compagnia Ed Bastian ai giornalisti della nota emittente televisiva NBC News.

Secondo il numero uno della compagnia, infatti, non appena ci sarà il via libera da parte delle autorità sanitarie l’obbligo di vaccinazione potrebbe diventare un requisito necessario per poter viaggiare.

Nel corso dell’intervista, infatti, Bastian ha dichiarato di essere assolutamente favorevole all’adozione del vaccino sia per se stesso sia per i viaggiatori, sottolineando il fatto che incoraggerà i dipendenti, sempre in prima linea e a stretto contatto con milioni e milioni di turisti ogni giorno, a vaccinarsi.

L’imposizione al vaccino anti Covid-19 per ora non è scontata, ma non è da escludere per la sicurezza di tutti, soprattutto per i viaggi internazionali. Tutto questo per evitare che la pandemia globale che ha colpito numerosi Paesi prosegua a lungo con conseguenze per la salute dei cittadini e dei viaggiatori di tutto il mondo.

“Non sarebbe la prima volta che un vaccino diventa obbligatorio” ha aggiunto Bastian. “Certo, i tempi sono cambiati, ma se le autorità sanitarie internazionali, i governi o altri organismi dovessero stabilirne l’obbligatorietà sarebbe meglio per le compagnie aeree, evitandoci così l’onere di assumere questa linea dura”.

Parole forti quelle del Ceo di Delta Air che si avvicinano alla posizione assunta da un’altra compagnia aerea: la Qantas, di bandiera australiana, che invece vuole introdurre il vaccino come condizione indispensabile per volare (informazione che si potrà leggere anche nel passaporto sanitario).

Una decisione, quella della compagnia australiana, che ha acceso diverse polemiche nel mondo travel, aprendo numerosi scenari per l’anno 2021 con parecchie aziende che hanno deciso, però, di prendere le distanze da questa affermazione.

C’è da dire che la sola notizia dell’arrivo del vaccino anti Covid-19 ha avuto un effetto positivo sui viaggiatori e molte persone hanno già iniziato a prenotare viaggi per l’anno prossimo. Una vera panacea per il mondo del travel che quest’anno ha subìto un vero e proprio tracollo a causa dell’epidemia sanitaria. Una tesi confermata anche dall’arrivo dei primi vaccini di Pfizer-BioNTech nel Regno Unito: qui, infatti, ora c’è il via libera per i viaggi all’estero. Una bella notizia di cui si sente davvero il bisogno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Delta Air, il vaccino potrebbe diventare un obbligo per volare