Il Castello Cantelmo, qui vive un particolare fantasma

Nel cuore dell'Abruzzo, a far da guardia ad un delizioso borgo, svetta il bellissimo Castello Cantelmo: leggenda narra che qui si celi un misterioso fantasma

L’Abruzzo è una terra dalle tradizioni millenarie e da centinaia di leggende che si tramandano di generazione in generazione, rendendo sempre più vivo il suo sterminato patrimonio culturale. Uno dei suoi gioielli è il Castello Cantelmo, che si narra custodisca ancora oggi un fantasma misterioso (e molto spaventoso).

Siamo nei pressi di Popoli, piccolo borgo dell’entroterra abruzzese dove le lancette sembrano essersi fermate. Qui si respira un’atmosfera davvero magica, ed è nel suo incantevole panorama che svetta il Castello Cantelmo. L’antico maniero, edificato alle pendici del Monte Morrone e in posizione dominante rispetto al centro storico del paesino, non è che un imponente insieme di ruderi, ciò che resta del suo glorioso passato. Ma è tuttavia una vera bellezza da ammirare, con le sue splendide torri recentemente restaurate che raccontano una storia affascinante, la quale si perde nelle pieghe dei secoli.

Il castello venne costruito attorno all’anno 1000 nei pressi di una torre longobarda che si trovava lì già da un paio di secoli, da dove si ergeva a guardia delle gole di Popoli. Per centinaia di anni, la fortezza visse fortune alterne: passando di mano in mano, venne pian piano modificato da ogni suo proprietario, perdendo le fattezze originarie. Nel suo impianto iniziale somigliava molto ad altri castelli abruzzesi, come quello di Barisciano, ma nei secoli perse la sua funzione strategica e venne lasciato cadere in rovina.

Il terremoto di inizio ‘700 lo danneggiò seriamente, ma solo dopo il sisma del 2009 tornò finalmente al centro dell’attenzione. Negli anni immediatamente successivi si lavorò per rendere più solida la struttura e per restaurare le sue torri, inoltre venne riqualificato il percorso che, dal centro di Popoli, conduce proprio ai piedi del castello. Oggi questo splendido maniero è visitabile, e molti turisti vi si recano per scoprire qualcosa in più sul suo fantasma. La leggenda narra infatti che tra le sue mura si aggiri ancora una misteriosa “dama bianca”, ma di chi si tratta?

Altri non sarebbe che la Duchessa Diana Gaetani D’Aragona, moglie del Duca di Popoli. La donna, amante del cavaliere Carlo Monaldeschi, decise con quest’ultimo di fuggire dal castello per poter finalmente vivere la loro storia d’amore alla luce del sole. Ma la notte precedente la loro fuga, il Duca li sorprese e si vendicò in maniera crudele: quello che ideò fu davvero terrificante. Lui e l’amante di sua moglie si sedettero ad un tavolo, con due rivoltelle davanti. La Duchessa avrebbe dovuto caricare solo una delle due pistole, scegliendo quindi chi sarebbe morto.

Ma la giovane donna, non stette alle regole: caricando entrambe le pistole, le consegnò ai due duellanti e, nel momento dello sparo, si gettò tra di loro rimanendone uccisa. Da quel giorno, si narra che il suo fantasma vestito di bianco appaia nel castello subito dopo il tramonto, alla ricerca di una ragazza innamorata cui poter raccontare la sua storia. Una leggenda davvero terrificante, che si tramanda da secoli e che rende ancora più affascinante la visita al Castello Cantelmo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Castello Cantelmo, qui vive un particolare fantasma