Viaggio in Svezia, cosa vedere nella terra dei parchi naturali

Cosa fare in Svezia e cosa vedere: una domanda più che legittima dal momento che il Paese è in pratica un unico, grande parco nazionale.

Con i suoi 29 parchi che coprono oltre 7.000 chilometri quadrati, la Svezia è una distesa nazionale di natura e biodiversità protette. Non a caso, il primo parco nazionale d’Europa fu istituito in questo Paese nel 1909. Puntellata di catene montuose, fra le cose da vedere c’è sicuramente il suo estremo nord che ospita ben quattro parchi naturali.

Il Parco nazionale Sarek si estende nelle zone più remote del Paese e fa parte della regione lappone, patrimonio dell’Unesco. Se fra le cose da vedere ci sono i ghiacciai, il Sarek ne contiene 100, insieme a montagne che sfiorano i 2.000 metri. Non è un percorso per principianti, ma se vi siete preparati bene, partite per la valle Rapadalen dove potreste incontrare linci, alci, aquile reali, avvoltoi e perfino orsi bruni. È consigliato prenotare un’escursione di gruppo, possibilmente con guida, e magari anche un volo in elicottero.

Il parco non ha strutture ricettive o baite, quindi dovete portarvi le tende. Prima di cominciare la vostra escursione, è sempre bene mettersi in contatto con l’associazione turistica svedese o con il personale del parco nazionale. La stagione ottimale per andare nel Sarek è la primavera-estate così da evitare le temperature più rigide e beneficiare della luce per poter vedere più cose. In particolare non perdete il panorama che offre la cima del monte Skierfe, una delle più suggestive di tutta la Svezia.

Il Parco nazionale di Fulufjället sorge invece nel cuore della Svezia e può essere visitato tutto l’anno, regalando sempre cose straordinarie da vedere. Primo fra tutti l’albero più vecchio del mondo. Se vi aspettate un tronco gigante però resterete delusi. Questo abete è infatti molto esile eppure il carbonio ha datato la sua nascita circa 9.950 anni fa. La sua longevità dipende dalle radici e dalla capacità di clonare se stesso; dopo 600 anni, infatti, il tronco muore, ma dallo stesso apparato radicale ne spunta un altro che rigenera subito la pianta.

Nel Fulufjället potrete anche camminare nei canyon e cimentarvi nella raccolta di frutti di bosco, secondo la migliore tradizione svedese, oppure pescare nei laghi. Se invece scegliete di andarci in inverno, fra le cose da vedere c’è il mondo ghiacciato mentre una muta di cani tira la vostra slitta. Se poi siete scalatori estremi, lanciatevi a risalire la cascata più alta della Svezia, quando è ghiacciata. Saranno oltre 110 metri di puro batticuore e meraviglia.

Se tutto questo vi sembra un po’ tropo estremo, la Svezia meridionale offre molte cose da vedere lungo percorsi più semplici. I parchi del sud, per esempio, hanno enormi foreste di latifoglie e ben tre parchi nazionali da visitare con calma, in ogni stagione. Il parco di Söderåsen, il parco di Dalby Söderskog e quello Stenshuvud insieme custodiscono 20 chilometri quadrati di faggi, aceri e querce. Inoltre passeggiando nel Parco nazionale dello Stenshuvud si possono ammirare anche numerose specie di orchidee, oltre alla rarissima waldsteinia ternata.

Se volete percorrere a piedi qualche parte di Svezia e godervi appieno le tante cose che la sua natura e le sue tradizioni hanno da offrire, provate i sentieri di pianura che partono dalle grandi città del sud. Il sentiero Roslagsleden è uno di questi e si sonda dalla capitale Stoccolma per 130 chilometri, attraversando foreste e valli, fra vecchie tombe vichinghe e piccole chiese medievali.

Nella capitale si può perfino partire per un safari, per vedere gli alci. Il Virum Algpark si trova nello Småland ed è una tappa imperdibile per dire di avere vissuto davvero il cuore delle cose da vedere in Svezia. Si sale a bordo di camionette semiaperte e si entra nel parco recintato. Qui, senza scendere dalle macchine si darà da mangiare agli alci. Se si hanno i bambini, l’escursione è un must perché resteranno ammaliati da queste meravigliose creature enormi e dolci. I safari si svolgono dalle 11 alle 16 e il personale vi darà foglie, mele e patate per gli animali.

In Svezia si può vivere la natura e partire in escursione tutto l’anno. Con la bella stagione si possono praticare sport come la canoa, la pesca, la vela, la bicicletta e perfino il safari. In inverno le cose si vedono lo stesso, magari mettendo a piedi degli sci o lanciandosi nello sleddog (slitte trainate da cani).

Viaggio in Svezia, cosa vedere nella terra dei parchi naturali