Una romantica giornata a Tubinga, antico borgo sul fiume

Godetevi una giornata a Tubinga. Nel suo centro storico di tetti spioventi e di vicoli che salgono al castello. E non perdetevi la gita in gondola sul fiume

Godetevi una giornata a Tubinga. Il suo centro storico è fatto di case coi tetti spioventi e di vicoli stretti che salgono fino al castello. Esplorate il suo centro cittadino medievale restaurato con cura e amore, oggi popolato da una vivace gioventù studentesca. Tanti monumenti e gli scorci da favola, ma tante anche le taverne, i negozi e i ristoranti.

Arrivati a Tubinga (a 35 chilometri da Stoccarda) intorno alle 9, meglio parcheggiare l’auto nell’autosilo Metropol; ma prima di andare ad esplorare la città, fate un’abbondante colazione da Padeffke, Cafè lieb o da Ludwigs che sabato e Domenica offre un buffet per colazione, sono tutti nella Karlstrasse, verso la città vecchia.

Meglio prendere una mappa della città nell’info point sul ponte Neckarbrucke, dal quale si può godere del bellissimo panorama sul fiume Neckar. Da qui si possono ammirare la collegiata di San Giorgio, chiesa tardogotica, e partono le vie che portano ai tanti monumenti di Tubinga. Come l’aula antica, la vecchia università che pagava i professori col grano stipato sotto il tetto. L’edificio è stato ricostruito in stile neoclassico intorno al 1777 e oggi è munito di tetto padiglione, facciata intonacata e balcone.

C’è poi la Burse, dove gli scolari quattordicenni e sedicenni ricevevano la formazione di base e conseguivano il diploma per le materie umanistiche nelle arti liberali e potevano poi accedere alle scuole superiori. Il termine Burse (borsa) deriva dalla borsa che il principe riempiva di quel denaro con cui gli studenti e i professori vivevano. Il regolamento era severissimo: si ricorda che il capo della sorveglianza chiamato “lupus” doveva controllare che tutti gli studenti parlassero in latino. Oggi l’edificio occupa la facoltà di Filosofia e quella di Storia dell’Arte.

Sempre nelle vicinanza si trova la fondazione evangelica, vecchio convento dei frati agostiniani abitato già dal 1262 in un edificio a 4 ali, ristrutturato fino al 1563, anno dell’introduzione della riforma protestante che portò poi allo scioglimento dei monasteri. Lo stesso anno il duca Ulrich introdusse poi la borsa di studio per dare la formazione ai teologici evangelici e diede loro il convento appartenuto agli agostiniani. Tante le personalità che studiarono nell’istituto. Nella zona anche la strada che porta al castello Hohentubingen di Tubinga, col suo portale decorato che costruito sul modello degli archi romani.

Davanti alla collegiata di San Giorgio c’è l’Holzmarkt, la piazza del mercato del legname. Una targa ricorda che Hermann Hesse lavorò come libraio in un locale che si trova sulla piazza, mentre la scala della collegiata funge da riparo e luogo d’incontro per i turisti, nel muro le targhe commemorative e poi la fontana di San Giorgio. Il monumento dominante è di sicuro la collegiata di San Giorgio, chiesa tardogotica, dove potrete visitare il sepolcro dei Wurttemberg e la torre dalla quale potrete ammirare il magnifico panorama di Tubinga. Settimanalmente camminando da Holzmarkt verso Marktolatz ci sono tanti mercatini, e proprio al Marktplatz (la piazza del municipio) c’è il cuore della città vecchia, con le sue piccole boutique, i negozietti e tanti caffè dove poter fare la pausa pranzo.

Ma un’esperienza da non perdere a Tubinga è il giro in gondola sul fiume Neckar. Saranno le caratteristiche gondole sveve a cullarvi sul fiume che rappresenta la città. In passato, solo chi aveva la gondola privata poteva navigare il fiume; oggi invece sono tante le opportunità fornite ai turisti. Il giro è dura un’ora ed è una delle esperienze più piacevoli del soggiorno a Tubinga.I passeggeri stanno seduti sulla gondola l’uno davanti all’altro con la schiena sugli assi rilassati e nel frattempo chiacchierano, ammirando il panorama lungo la rigogliosa vegetazione, da cui si vedono i profili della torre Holderlin, della Burse e della chiesa di san Giorgio.

Nel pomeriggio il tour riprende. Dal Marktplatsz lungo la Haagasse verso la Understat (la città bassa). Qui attraverso strade di antiquari e osterie. A Tubinga potrete trovare buon cibo tradizionale alla Alten Weinstube Gohner, la più vecchia osteria della città. Nel menù troverete spattzli, lenticchie maultaschen o carne alla brace. Più avanti in Kartenplatz c’è il Kelter, nell’ambiente storico del vecchio torchio di Tubinga con la sua cucina internazionale e raffinati vini. Mentre nel rione Wurttenberg anche l’osteria Mayerofle o in alternativa la Weinstube Forele che offre menù tipico della Svevia.

La Tubinga universitaria offre ai giovani la possibilità di campeggiare. Il campeggio si trova sulla sponda del Neckar opposta a quella della città da dove si gode di una splendida vista sul fiume. Qui c’è spazio per tende, camper, minubus e la possibilità di noleggiare una roulotte. Il campeggio è meta ideale per pescatori e canottieri ed è accanto alla pista ciclabile. Per chi volesse usufruire della piscina comunale il campeggio mette a disposizione dei biglietti. Il centro storico si trova a 15 minuti di cammino.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Una romantica giornata a Tubinga, antico borgo sul fiume