La fortezza marina costruita su un’isola

In mezzo al mare svetta una fortezza dalla storia unica al mondo, oltre che dal fascino indiscutibile. Basti pensare che nel corso dei secoli nessuno è mai riuscito a espugnarla

‘C’era una volta un misterioso castello’. Passano tali parole per la testa quando ci si trova di fronte questa incredibile fortezza. Situata in mezzo al mare, sembra svettare verso il cielo con fierezza ed eleganza, mentre osservandola si capisce sin da subito che tra quelle possenti mura nasconde anche storie di gloria e prestigio.

La fortezza di Murud-Janjira: dove si trova e la sua storia

Ci troviamo in India e più precisamente su un’isola nella costa di Konkan, vicino alla città marittima di Murud nel distretto di Raigad nel Maharashtra. Una zona, questa, che offre numerose spiagge incontaminata, alcune tra le più belle del Paese. Proprio qui sorge un’imponente costruzione che si erge su una roccia a forma di ovale, al largo della costa del Mare Arabico.

Paliamo della fortezza di Murud-Janjira, considerata una delle più potenti fortezze marine dell’India. Costruita dalla comunità Siddi, un gruppo etnico dell’India e del Pakistan discendente dei Bantu della regione dei Grandi Laghi in Africa, fu attaccata nel corso del tempo più volte, ma nonostante i diversi tentativi nessuno è davvero mai riuscito a conquistarla.

Un castello, quindi, che si distingue per essere stato una delle più incredibile fortezze marittime dei Siddi e con la fama di essere inespugnabile, anche durante il declino del potere marittimo degli stessi Siddi.

Edificata nel XV secolo, rimase imbattuta fino a quando non divenne parte del territorio indiano, ossia dopo l’indipendenza dagli inglesi nel 1947.

Murud-Janjira, cosa vedere

Si accede al forte Janjira da Rajapuri, un piccolo e pittoresco villaggio situato sulla costa. La si raggiunge tramite un breve viaggio in barca, per poi farvi ingresso attraverso l’entrata principale. Vi ritroverete davanti ben 26 bastioni di forma arrotondata, che sono ancora tutti intatti. Passeggiandovi scoprirete diversi cannoni sia di fabbricazione autoctona che europea.

Al suo apice era un vero e proprio forte che conteneva tutte le strutture necessarie a un edificio di difesa come questo: palazzi, alloggi per ufficiali, una moschea, due piccoli pozzi profondi – ancora funzionanti – e così via. Oggi, sul muro esterno che fiancheggia la porta principale, è possibile ammirare la scultura di un animale che sembra una tigre che tra i suoi artigli trattiene degli elefanti.

Il muro, alto circa 12 metri, vanta ben 19 portici, alcuni dei quali possiedono ancora i cannoni montati su di essi. Un tempo qui c’erano ben 572 cannoni, tra cui Kalalbangdi, Chavri e Landa Kasam, 3 armi davvero gigantesche.

Sulla riva svetta una lussuosa struttura dalla cima di una scogliera: il Palazzo dei Nawab. Costruito dall’antico Nawab di Janjira, regala al visitatore un bellissimo panorama sul Mar Arabico e sul castello inespugnabile. C’è anche un’altra fortezza, chiamata Ghosalgad, che si trova sulla punta di una collina a circa 32 km a est di Murud-Janjira, una struttura che fungeva da avamposto per i governanti di Janjira.

Accedere a quest’ultima non è possibile, poiché è necessario un permesso speciale rilasciato da parte delle Autorità indiane.

Insomma, Murud-Janjira è un forte particolarmente interessante per la sua posizione nel mezzo del Mare Arabico, per la sua imponenza e anche per la sua storia che racconta le glorie dei Siddi. Un posto da scoprire in poco più di due ore, ma che regala un’avventura d’altri tempi e un vero e proprio viaggio nel bellissimo patrimonio indiano.

Janjira fortezza cosa vedere
Fonte: iStock
La fortezza di Janjira