In Armenia, nella Cattedrale di Echmiadzin amata da Kim Kardashian

La Cattedrale di Echmiadzin è la cattedrale più antica del mondo e fulcro della religiosità armena

La cattedrale più antica al mondo, il simbolo della fede più autentica del popolo armeno, è la Cattedrale di Echmiadzin, nell’omonima cittadina (chiamata anche città di Vagharshapat) sita nella zona centro-meridionale dell’Armenia.

cattedrale Echmiadzin

Ph. Denis Kabanov (iStock)

Il complesso patriarcale di S. Echmiadzin (discesa dell’Unigenito) è il monumento più importante della città e la sua storia ha un sapore leggendario: la prima pietra del tempio venne posta nel 30 d.C. dal primo Catholicos della Chiesa Armena, San Gregorio Illuminatore, che volle edificare una chiesa laddove in origine sorgeva un tempio pagano.

La costruzione della Cattedrale richiese molto tempo e avvenne in più fasi, con aggiunte successive di nuove navate e affreschi a ricoprire le parti più antiche. Numerosi, nel corso dei secoli, furono anche gli interventi strutturali che, oggi, donano all’edificio sacro differenti stili architettonici che ne esaltano la bellezza.

cattedrale Echmiadzin

Ph. SeregaYu (iStock)

Infatti, inizialmente, la Cattedrale di Echmiadzin venne costruita in legno a forma di basilica, poi nel 483 fu trasformata in un edificio a pianta a croce con cupola e, ancora, nel VII secolo fu ricostruita in pietra. Nel XVII secolo avvenne il primo intervento di restauro con l’aggiunta dell’attuale cupola e del campanile a tre livelli, situato all’ingresso della chiesa e riccamente scolpito.

L’interno, seppur di dimensioni contenute, vanta il soffitto decorato con pregevoli affreschi raffiguranti un giardino orientale traboccante di rose, cipressi e cherubini alati. Al centro spicca l’altare, nell’esatto punto in cui San Gregorio vide manifestarsi la luce divina, con l’immagine della Madonna con Bambino circondata da splendidi arazzi.

cattedrale Echmiadzin

Ph. salajean (iStock)

Le decorazioni degli interni sono un fulgido esempio di lusso bizantino con svariati ornamenti floreali dalle sfumature blu-lilla e rosso-arancio. Gli affreschi vennero eseguiti da artigiani armeni e rappresentano scene tratte dalle Sacre Scritture e oltre 120 ritratti di Santi e Apostoli.

La Cattedrale armena, Patrimonio Unesco, è un vero scrigno di arte e bellezza e, nel retro, custodisce anche un inestimabile tesoro: reliquie che affondano le loro radici nella storia della cristianità e persino un frammento dell’Arca di Noè. All’esterno, sorge un bellissimo giardino quadrangolare ricco di coloratissimi fiori e splendidi khatchkar, le “pietre a forma di croce” che rappresentano uno dei manufatti tipici dell’arte religiosa armena.

Il cuore della Chiesa apostolica armena ha affascinato anche la star Kim Kardashian che, la mattina del 7 ottobre, proprio qui ha tenuto a battesimo i suoi tre figli più piccoli, avuti dal marito Kanye West nel corso di un’emozionante cerimonia che conserverà per sempre nel suo cuore.

kim-kardashian

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In Armenia, nella Cattedrale di Echmiadzin amata da Kim Kardashia...