10 motivi per cui il 2018 è l’anno giusto per visitare Valencia

Valencia è una delle destinazioni più vivaci e dinamiche d’Europa e quest'anno ci sono dei motivi in più per andarci.

Valencia è una delle destinazioni più vivaci e dinamiche d’Europa. La città costiera del Sud della Spagna è un mix di antico e moderno, di spiagge e cultura, di gastronomia e di tradizioni. Inoltre, con il suo clima meraviglioso e le dimensioni contenute è una meta da prendere in considerazione per tutto il 2018.

Ecco 10 motivi per visitarla nel 2018:

1. L’anniversario della Città delle Arti e delle Scienze
Disegnata dall’architetto valenciano Santiago Calatrava e inaugurata nel 1998, la Ciutat de les Arts i les Ciències
di Valencia nel 2018 compie vent’anni, anche se non li dimostra affatto. È un esempio impressionante di architettura moderna. Concepita come una città nella città e costruita lungo il vecchio corso del fiume, è formata da un grande spazio aperto e da diverse zone di svago. I suoi edifici avveniristici comprendono il Museo delle Scienze, riconoscibile dalla sua forma a scheletro di balena, il Palau de les Arts Reina Sofia – Opera House, l’Hemisfèric, a forma di occhio umano che ospita un cinema 3D, l’Umbracle, un grande giardino con piante mediterranee ed elementi di design, e l’Oceanografic, l’acquario più grande d’Europa. Per tutto il 2018 sono previsti tanti eventi per celebrare e festeggiare il suo anniversario.

2. Las Fallas, una festa Patrimonio Unesco
Il rinomato Festival de Las Fallas nel 2018 sarà ancora più speciale, grazie al riconoscimento come Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità conferito dall’Unesco. Dal 15 al 19 marzo le vie e le piazze di Valencia si riempiono di enormi sculture in cartapesta, con musica, spettacoli pirotecnici e una grande festa. Le Fallas saranno bruciate alla mezzanotte del 19 marzo, dopo due giorni ricchi di concerti, spettacoli folcloristici, fuochi d’artificio, sfilate e altri eventi speciali.

3. Il nuovo skyline della città
Un nuovo “mirador”, l’Ateneo Viewpoint, alto 50 metri, offre ai visitatori spettacolari viste a 360 gradi sulla città, con panorami e scorci che si estendono dalle vette della Sierra de La Calderona fino al blu del mar Mediterraneo. Il punto panoramico si trova in cima allo storico palazzo Ateneo Mercantil, nel cuore della città. Aperto tutti i giorni fino alle 20.30, è possibile fare bellissimi scatti dello skyline di Valencia fino al tramonto.

4. Nuova mostra di Mirò
Nel 2018 l’artista Joan Mirò avrebbe compiuto 125 anni. Valencia lo celebra con una mostra a lui dedicata all’Istituto Valenciano di Arte Moderna (IVAM). Saranno raccolte più di cento opere dell’artista provenienti da 15 musei e istituzioni. La mostra “Mirò, Orden y desorden” durerà dal 15 febbraio al 17 giugno 2018. Un’occasione unica, per tutti gli appassionati d’arte.

5. Valencia, città della gastronomia
Dalla Città delle Arti e delle Scienze all’antico Mercado Central, passando per Plaza de la Reina, sono solo alcuni dei luoghi da provare in questa città che è l’avamposto gourmet spagnolo per eccellenza. Per tutti gli appassionati di cucina e per chi vuole conoscere l’autentica gastronomia locale, c’è il Valencia Culinary Meeting che si svolgerà dal 25 febbraio al 3 marzo 2018: dieci ristoranti proporranno per una settimana menu a quattro mani realizzati da rinomati chef nazionali e internazionali. Un’altra kermesse culinaria irrinunciabile a Valencia ogni anno, in primavera e in autunno, è Cuina Oberta: dieci giorni di puro gusto dove è possibile gustare i menu di oltre 60 dei migliori ristoranti della città compresi i ristoranti stellati, a prezzi speciali. Non partite senza aver provato la vera palella valenciana, a base di carne e non di pesce come molti credono.

6. Valencia, migliore destinazione per le famiglie
Valencia è la migliore città europea da visitare con i bambini. Ad assegnarle il riconoscimento è stato l’Osservatorio di Bimboinviaggio.com. I bimbi hanno l’imbarazzo della scelta tra moltissime attività e luoghi da vedere. Possono indossare il camice bianco e cimentarsi nei primi esperimenti con la scienza e costruire case con le gru giocattolo presso il Museo delle Scienze Principe Felipe all’interno della Città delle Arti e delle Scienze, ma anche fare yoga all’aria aperta, perdersi tra specchi e figure dalle strane forme, arrampicarsi come i lillipuziani su un Gulliver alto 70 metri ai Giardini del Turia ma tutta la famiglia può passeggiare in una vera savana africana al Bioparc o dormire con gli squali all’Oceanografic.

7. La migliore città dove correre
Tutta la città è un unico e fantastico percorso dove poter correre all’aperto, tra tesori architettonici e culturali grazie al clima mite tutto l’anno e al territorio pianeggiante. A Valencia si svolgono da anni le maratone più belle del mondo. L’arrivo e la partenza della Maratona di Valencia sono unici perché lo scenario è quello della Città della Arti e delle Scienze: la maratona comincia da un ponte che regala una vista indimenticabile e la finish line si raggiunge “correndo sulle acque”, sopra una piattaforma di oltre 150 metri di lunghezza e 8 di larghezza. Valencia, poi, ospiterà il 24 marzo 2018 il Campionato mondiale della mezza maratona, aperto non solo a esperti atleti ma anche a tutti coloro che vogliono vivere la città di corsa.

8. Aperture di nuovi hotel
Valencia ha molto da offrire anche grazie a un’offerta di hotel variegata e per tutte le tasche. Nel 2018 sono previste numerose nuove aperture come quella dell’esclusivo cinque stelle lusso Hotel Marquès House, dotato di 32 suite e di una rooftop pool con vista panoramica sulla città. L’hotel sarà anche la nuova casa dello storico Cafè di Madrid, dove nel 1959 nacque la famosa Agua de Valencia. Sempre in tema di ospitalità di lusso, è prevista anche l’apertura di un altro hotel cinque stelle con 41 camere in Plaza Manises 7, nei pressi del Palacio de la Generalitat, e per l’estate del 2018 l’apertura di un ulteriore cinque stelle lusso con 50 camere nei pressi della passeggiata lungomare di Paseo Neptuno. A queste nuove aperture si aggiungerà un nuovo hotel della NH Collection, con una terrazza rooftop con vista mozzafiato sulla città e opere d’autore curate dall’interior designer Lorenzo Castillo.

9. Il ristorante stellato al museo
Bombas Gens, un’antica fabbrica industriale situata nella periferia della città, inaugurata nell’estate 2017 come nuovo centro culturale e artistico, ospita mostre, incontri culturali, workshop e attività socio-culturali. A febbraio 2018 il centro si arricchirà di due nuovi spazi ricavati dalla ristrutturazione di un’antica cantina e di un rifugio antiaereo. Il centro d’arte moderna è anche la nuova sede del ristorante dello chef Ricard Camarena che vanta una stella Michelin.

10. Nuovi voli dall’Italia
Un’altra ragione per visitare Valencia è la sua vicinanza. Grazie ai nuovi collegamenti aerei diretti dall’Italia, questa città è sempre più accessibile. Per volare a Valencia si può scegliere tra i tanti collegamenti di Ryanair dalle principali città italiane (Bologna, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Bari, Torino, Pisa, Roma, Trieste, Venezia e Napoli). Sono, inoltre, attivi i voli operati da Vueling da Roma Fiumicino (tutto l’anno) e con Alitalia a partire da marzo 2018.

10 motivi per cui il 2018 è l’anno giusto per visitare Val...