Sul Sentiero antica mulattiera, in cammino tra i luoghi del “Padrino”

Da Sant'Alessio Siculo a Forza d'Agrò: un nuovo sentiero da percorrere a piedi per scoprire i due bellissimi borghi siciliani

Lasciarsi alle spalle la città percorrendo un vecchio sentiero, circondati dalla natura, mettendosi in cammino dal mare alla collina siciliana. Tutto questo è possibile percorrendo un’antica mulattiera recuperata – e da poco riaperta ai viaggiatori – che da Sant’Alessio Siculo porta fino a Forza d’Agrò, due splendide cittadine che si trovano nella provincia di Messina. Un luogo, quest’ultimo, che a molti suonerà famigliare visto che è stato anche set del celebre film “Il Padrino” del regista Francis Ford Coppola.

Un viaggio di circa mezza giornata, da vivere soli o in compagnia, incamminandosi a passo lento, tra natura e colline da cui si può godere un panorama stupendo sulla vallata circostante, attraversando un territorio vasto meglio noto come Costa Meraviglia.

La lentezza qui è una parola d’ordine da rispettare se si vuole ammirare tutta la bellezza del paesaggio senza limitazioni, partendo dallo stupendo borgo di Sant’Alessio, col suo castello con vista mare, per poi addentrarsi verso i colli, camminando tra una natura rigogliosa e ricca di diverse varietà botaniche, oltre a coltivazioni di vite, ulivo e mandorlo.

Passeggiare per circa un’ora e mezza sulle orme del vecchio sentiero in direzione del borgo di Forza d’Agrò (noto anche per i viaggi letterari) sarà davvero piacevole e rilassante. Una volta giunti qui, in questa stupenda località a circa 420 metri sul mare, occorrerà prendersi del tempo per scoprirne tutti i suoi incantevoli luoghi tra cui la chiesa della Santissima Trinità, l’arco Durazzesco, testimonianza storica dal valore inestimabile e fantasticare sul futuro grazie ai balconi panoramici sulla vallata e con vista mare, verso Messina.

Qui, poi, non si può fare a meno di ricercare i luoghi in cui sono state girate le scene del celebre film di Coppola tra cui le vie del centro, nella primissima campagna e la Chiesa della Santissima Annunziata. Una vera bellezza.

E per il ritorno? Si può proseguire il viaggio percorrendo la sterrata verso la fiumara d’Agrò, tornando così in direzione dello splendido lungomare di Sant’Alessio ammirando la costa e i suoi tesori.

Il Sentiero antica mulattiera, che collega i due meravigliosi borghi collinari siculi, a pochissimi chilometri dalla città di Taormina (una meta che vale la pena visitare) è stato inaugurato in occasione della Giornata Mondiale del Turismo 2020. Sarà integrato il prima possibile con altre mappe e collegamenti (grazie a percorsi condivisi su tutto il territorio limitrofo) per la gioia di tutti gli amanti delle passeggiate, della natura e del trekking.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sul Sentiero antica mulattiera, in cammino tra i luoghi del “Pad...