Cosa vedere nel borgo medievale di Canale di Tenno

Canale di Tenno è un borgo medievale in Trentino tutto da scoprire: dalla Casa degli Artisti alle bellezze naturalistiche del posto, ecco tutto quello che c'è da visitare

Sorge arroccato su un pendio nell’Alto Garda Trentino a pochi chilometri dal Lago di Garda e grazie alle sue case in pietra, ai suoi lastricati ed al suo spirito fermo in un tempo ormai lontano è stato inserito nel circuito de I Borghi Più Belli D’Italia: si tratta di Canale di Tenno, un luogo dall’atmosfera sospesa, orgoglio della provincia di Trento. Canale di Tenno, o Villa Canale, è uno dei quattro borghi che insieme a Villa Sant’Antonio, Villa Pastoedo e Villa Calvola costituiscono Ville del Monte, la frazione più grande del Comune di Tenno.

Le prime notizie del borgo risalgono al 1211: il paese ha attraversato i secoli conservando la sua struttura urbana originale ed il fascino dei suoi viottoli acciottolati, dei suoi archi e dei suoi balconi fioriti. Canale di Tenno ed i dintorni sono un luogo da non perdere, se si desidera una vacanza all’insegna del relax e natura, immersi nell’aria pura del Trentino più autentico.

Il centro di Canale di Tenno: cosa vedere

Il borgo medievale di Canale di Tenno è un inebriante mix di tradizione, arte e storia che si racconta attraverso gli edifici antichi dell’abitato, e che sprigiona da ogni suo ballatoio e vicoletto silenzioso. Camminando senza meta tra le viuzze del borgo si scorgono angoli di rara bellezza e scorci delle incantevoli montagne che lo avvolgono come in un abbraccio. Ad abbellire le pareti del borgo si trovano oggi pannocchie secche, bandiere, decorazioni floreali e cartelli riportanti frasi e versi medievali. A rendere uniche le strade del borgo anche molti affreschi opera di artisti locali o firmati da illustri personaggi quali ad esempio Gianni Longinotti, uno dei frequentatori della celebre Casa degli Artisti fondata negli anni ‘60 da Giacomo Vittone.

Fu proprio questo luogo che fece tornare a vivere Canale di Tenno dopo un momento di abbandono vissuto nel dopoguerra, ed a donare un incredibile fervore culturale al borgo. La Casa ospita ancora oggi mostre e convegni, oltre che artisti provenienti da tutto il mondo che qui possono creare e soggiornare, donando in cambio una loro opera ad arricchire la preziosa collezione di questo singolare edificio. Nei pressi della Casa degli Artisti è visitabile anche il Museo degli Attrezzi Agricoli, che raccoglie strumenti utilizzati un tempo nell’agricoltura e nelle botteghe artigiane locali.

I dintorni: tra laghi e castelli

Dal centro di Canale di Tenno si può raggiungere facilmente un altro tesoro trentino, il Lago di Tenno, uno specchio d’acqua dalle sfumature di blu così intense da emozionare chiunque capiti al suo cospetto. Nel mezzo del turchese quasi irreale del lago sorge un isolotto a rendere ancora più incantevole questo luogo, distante solo pochi minuti a piedi dal centro di Canale e davvero imperdibile se si capita nei pressi del borgo. Il lago sorge a 570 m sopra il livello del mare ed è di origine glaciale. Si dice sia il lago italiano con l’acqua più pura: un tuffo è obbligatorio, per poi crogiolarsi al sole, in ascolto del silenzio e della pace che impregnano questa zona di relax assoluto.

Il Lago di Tenno ha due immissari, il Rio Secco ed il Torrente Laurino, ed un emissario, il torrente Picinino, i quali permettono il ricambio d’acqua nel bacino mantenendo le sue acque cristalline. Il Torrente Picinino confluisce dopo qualche chilometro nel fiume Magnone, dal quale si formano le popolari cascate del Varone. Il parco Grotta Cascata Varone è una delle attrazioni più amate di Tenno incapace di deludere i viaggiatori che la raggiungono. Da non perdere infine nei dintorni di Canale, il simbolico Castello di Tenno, risalente al XII secolo, e edificato su uno sperone di roccia in una posizione dominante.

Passò nelle mani dei Conti di Appiano ed altre famiglie nobili, oltre che in quelle del Principato Vescovile di Trento che ne detenne la proprietà fino all’età napoleonica. Nei primi anni dell’800 il castello ormai decadente venne acquistato da privati e subì alcuni rimaneggiamenti che ne snaturarono in parte le peculiarità medioevali, ma contribuirono a portare, grazie a lavori di restauro e mantenimento, la sua maestosità fino ai giorni nostri. Anche se il mastio è purtroppo scomparso nel 1920, il castello conserva ancora le mura difensive e le sue strutture fortificate.

Eventi a Canale di Tenno

In agosto, piazze e vicoli di Canale di Tenno vengono affollate da una festosa celebrazione, ossia la rievocazione medievale denominata “Rustico Medievale”. Un clima unico pervade il piccolo borgo, che si anima per l’occasione con eventi culturali e folclore, oltre che di profumi e sapori tradizionali. È un’occasione imperdibile per assaggiare i prodotti del borgo quali carne salada, polenta e peverada, olio extra vergine di oliva, marroni, miele e vini locali, tra cui Merlot e Lorè. Canale è anche scenario di un magico mercatino di Natale, in scena nel periodo invernale. Portici, corti interne e antichi volti del borgo si riempiono di colorate bancarelle che mettono in mostra il meglio dell’artigianalità e delle tipicità del territorio. Il giorno della Vigilia inoltre un suggestivo corteo dei pastori sfila per le strade vivacizzate da animali e zampognari impegnati in canti tradizionali, mentre il 26 il presepe vivente vede Canale di Tenno diventare perfetta cornice per una natività davvero originale.

Il borgo di Canale di Tenno

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vedere nel borgo medievale di Canale di Tenno