Castiglion Fiorentino, un borgo di origini antichissime

Immerso nelle bellezze uniche della Toscana sorge il borgo di Castiglion Fiorentino, un luogo dalle origini antichissime che vale la pena di scoprire

Immerso nella Valdichiana Aretina, in Toscana, sorge uno dei borghi medievali più affascinanti della zona, Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo. Un luogo dalle origini antichissime, pieno di fascino e di testimonianze di un’epoca passata ma mai dimenticata.

Un borgo abitato fin dai tempi degli Etruschi, tanto che proprio la valle in cui è sito, venne sfruttata ampiamente da questo popolo, fino a essere definita il “granaio dell’Etruria”. E che, in seguito, venne abitato da altre popolazioni risalenti all’epoca romana, le cui tracce sono state rinvenute grazie ai tanti scavi archeologici compiuti tra queste terre cariche di storia e di bellezza.

Le tracce di un maestoso passato

Testimonianze che mostrano un passato antico ma fiorente, tra cui spicca la cinta muraria medievale del borgo di Castiglion Fiorentino, che ancora oggi si conserva quasi in modo intatto, affascinando chiunque la osservi e donando a questo luogo delle atmosfere cariche di suggestione e ferme nel tempo.

Un luogo che, proprio per la sua storia e per le sue antichissime origini, merita di essere scoperto e visitato in ogni sua parte. Magari partendo dalla Porta Fiorentina, l’antico accesso nord sito al centro del borgo e della sua parte storica. Un ingresso da cui immergersi totalmente tra le meraviglie architettoniche di questa piccola perla medievale tutta da scoprire. Una volta entrati nel paese, infatti, si arriva alla piazza del borgo e alla Chiesa di San Francesco, una costruzione di origine romanica che presenta alcuni dettagli in stile gotico, assolutamente da vedere e che vi saprà sorprendere e conquistare subito.

Ma non solo. Un altro edificio religioso da ammirare e scoprire è la Chiesa di Sant’Angelo. Un’opera architettonica di grande valore, al cui interno è possibile osservare alcuni oggetti di oreficeria risalenti al XIII secolo oltre a una grande quantità di dipinti di artisti come Taddeo Gaddi, Bartolomeo della Gatta, Margarito e Giorgio Vasari.

Arte e sapori

Altro edificio storico che vale la pena di visitare passeggiando tra le antiche strade di Castiglion Fiorentino, è il caratteristico loggiato cinquecentesco del Vasari. Un’opera datata al 1513, sita esattamente di fronte al Palazzo Comunale del borgo e da cui è possibile godere di un meraviglioso panorama che comprende la vastità paesaggistica della Val di Chio, tra la Valtiberina e la Valdichiana.

E poi ancora musei, vicoli sospesi nel tempo, edifici dalle tracce storiche ancora ben visibili e la bellezza unica del Teatro Comunale. Un struttura assolutamente da visitare, costruita a tre ordini di palchi e che dona la possibilità di ammirare alcune decorazioni di origine ottocentesca e in cui spiccano dei preziosi e raffinati stucchi dorati e l’estrema eleganza dei marmi.

Una vera perla di Castiglion Fiorentino che, unita alle tante testimonianze storiche di varie epoche e popoli che vi hanno abitato, rende questo borgo un vero scrigno di tesori da scoprire e da cui farsi conquistare passo dopo passo. Per un viaggio in Toscana nella storia che vi lascerà senza parole ma pieni di stupore. E in cui poter godere anche delle tante eccellenze gastronomiche legate alla tradizione del luogo, tra vini rossi, bianchi e rosati e i tanti sapori del passato, magistralmente portati ed esaltati nel presente di questo borgo dal fascino unico.