La Valdichiana, location del “Pinocchio” di Garrone e Benigni

I luoghi in cui prenderà vita la versione di Pinocchio di Garrone, che darà vita al villaggio di Geppetto in "casa" di Benigni

Nel 2019 Matteo Garrone darà inizio alle riprese del suo Pinocchio, con Roberto Benigni nei panni di Geppetto. Il regista partirà dalla Toscana, per poi approdare in Lazio e in Puglia.

Il 2019 sarà l’anno di Pinocchio. Guillermo del Toro ha infatti annunciato di star lavorando a una versione animata e dark, che andrà in onda su Netflix. A questi si aggiunge un progetto tutto italiano, che comprende due grandi nomi del nostro cinema. Si tratta del Pinocchio di Garrone, che ha spiegato di star per realizzare un sogno: dirigere Benigni. Il conto alla rovescia è partito e tra non molto avranno inizio i casting per individuare un gruppo di comparse, maschili e femminili, anche senza alcuna esperienza recitativa. Una selezione che riguarderà le scene che saranno girate in Valdichiana, tra Siena e Arezzo, per la precisione nella tenuta La Fratta, nel comune di Sinalunga.

È qui che verrà ricreato il villaggio di Geppetto (Roberto Benigni) della favola di Collodi. La Fratta è una delle tenute più belle della Toscana, sopravvissuta al passare dei secoli, giungendo a noi in condizioni splendide. Il primo documento nel quale viene citata risale al 1208, il che non fa che attestare il valore storico di una struttura che sorge su quella che un tempo era una delle più importanti strade dell’antica Roma, la via consolare Cassia.

Valdichiana

Fonte Foto: iStock

Garrone sfrutterà a proprio vantaggio le bellezze senza tempo dei luoghi che circondano la Fratta, sita al centro di un territorio ricco di cultura e pregno di storia. Il paesaggio è particolarmente vario, il che propone numerose tipologie di setting, dalle aree lacustri dei laghi Trasimeno, di Montepulciano e di Chiusi, fino a quella pianeggiante della Valdichiana e della Val d’Orcia. A ciò si unisce una dorsale collinare, proprio tra le due vallate principali, con il Monte Cetona e il Monte Amiata a dominare il tutto dall’alto. La scelta dell’area della Valdichiana ha anche una motivazione metanarrativa, considerando come Benigni vi sia nato e proprio qui abbia scritto il suo Pinocchio, rinchiuso nel castello di Gargonza con lo sceneggiatore Cerami.

Come dichiarato dallo stesso Garrone, il processo di ricerca delle location del suo prossimo film comprende l’Italia intera. Non intende infatti limitarsi alla Toscana e a un eventuale lavoro in studio. Il regista pare aver infatti individuato gli altri due grandi set ai quali si dedicherà: Lazio e Puglia. Non è dato sapere però al momento in quali luoghi nello specifico deciderà di portare la propria crew.

Val d'Orcia

Fonte Foto: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Valdichiana, location del “Pinocchio” di Garrone e&nbsp...