Vacanze invernali, caldo e sole: Capo Verde, consigli e mini guida

Il Capo verde è uno degli Stati maggiormente apprezzati dagli abituali turisti invernali. Il motivo principale riguarda il suo clima caldo anche nei mesi d'inverno

Il Capo Verde è un vero gioiello per molti turisti. Una terra capace di emozionare e di regalare ricordi indimenticabili. Questo arcipelago, formato da più isole, si trova a metà dell’oceano Atlantico, sulla rotta per il Brasile. Le isole che formano l’arcipelago risentono del tipico clima tropicale. Il sole qui c’è quasi 365 giorni l’anno, e se non contare i pochi giorni in cui sull’arcipelago di Capo Verde soffiano i venti locali, il clima è davvero molto comfortevole e vivibile. L’arcipelago ha la forma di un arco, ed è abitato da persone molto intelligenti e istruite. Il Capo verde è formato da dieci isole, tra cui l’isola di Santo Antão, famosa per i suoi ripidi panorami, che sovrastano grandi campi seminati con canna da zucchero e vaste vallate interamente ricoperte da fiori, è quella più visitata.

Nell’isola vicina, São Vicente, si trova la capitale culturale dell’arcipelago di Capo Verde, la città di Mindelo. Qui ci sono molti musei, ma anche tanti bar in cui ci si può fermare per una birra, oppure per ascoltare della musica dal vivo. Sulle altre isole, come quelle di Boa Vista, Maio e Sal ci sono, invece, i tipici panorami sahariani: le dune bianche si alternano a delle piccole oasi di pace, con qualche palma situata lungo le coste. E parlando delle coste, si può con certezza affermare che quelle del Capo Verde sono davvero una meraviglia naturale. La sabbia qui è molto fine ed è di un colore biancastro, di quelli che s’alterna al dorato e che al calare della sera ha dei riflessi rossastri per via di alcuni pezzi di coralli disposti lungo la costa.

Gli abitanti di Capo verde sono molto ben disposti verso i turisti e li accolgono a braccia a aperte. La morabeza (ovvero l’ospitalità) è una parte fondante della cultura della gente del posto. Arrivati su una delle 10 isole che formano l’arcipelago, si potrà subito risentire della musica festaiola che suona un po’ ovunque. L’atmosfera di gioia e serenità assolute sono abbastanza forti da trattenere a Capo Verde anche i più grandi amanti delle gigantesche città e dei centri urbani sovrabitati. Non sono rari i casi in cui i turisti occidentali sbarcavano a Capo Verde per non voler più ritornare alla propria routine quotidiana. La miglior stagione per visitare le isole di questo arcipelago è sicuramente l’inverno. Le temperature invernali qui sono solo di un po’ inferiori a quelle estive in Europa.

La temperatura media annua oscilla intorno agli 28°, mentre il clima è tropicale secco. Generalmente, d’inverno la temperatura difficilmente supera i 33°. Da febbraio a marzo la temperatura oscilla sui 24°. La stagione di piogge che si verificano a Capo Verde va da a agosto a ottobre, per questo recarsi su queste isole nella tarda estate e nel primo autunno è sconsigliato. Il periodo di alta stagione turistica corrisponde alla stagione invernale. L’arcipelago di Capo Verde è generalmente influenzato da un vento che proviene dal Nord-est e che aumenta d’intensità nei primi mesi estivi. I venti caldi, che arrivano dall’Africa, si verificano nel tardo inverno. Anche per questo la stagione più consigliata per visita l’arcipelago è l’inverno, quando le temperature si mantengono costantemente a un livello comunque elevato.

Nel corso del tempo l’arcipelago di Capo Verde è diventato una popolare attrazione turistica per i flussi occidentali. Tuttavia, le autorità locali non sono riuscite a raggiungere un accordo con l’Unione Europa in merito alla possibilità di far attraversare ai cittadini comunitari il confine di questo Stato con il solo passaporto. Per questo, prima di partire alla scoperta di cosa vedere a Capo Verde bisogna possedere un apposito visto turistico. Quest’ultimo va richiesto presso l’Ambasciata di Capo Verde nella capitale d’Italia, oppure presso le rappresentanze diplomatiche situate a Napoli, Firenze, Torino o Palermo. Per andare a Capo Verde non sono richieste vaccinazioni di obbligatorie. Tuttavia, si consiglia di farsi la vaccinazione anti-febbre gialla, quelle per prevenire le epatiti A e B, e la vaccinazione antitifica.

Una volte svolte tutte le procedure burocratiche e sbarcati in terra di Capo Verde, si può passare a scoprire questo fantastico Stato. L’attrattiva più famosa è sicuramente il Pont d’Angua, un porto turistico davvero meraviglioso. Si può prendere in considerazione l’idea di farsi una passeggiata lungo la costa situata immediatamente nei pressi del Pont d’Angua per guardare il volo dei gabbiani, osservare i piccoli pescherecci disposti lungo la spiaggia e così via. Sbarcando sull’isola di Sal si consiglia di fare visita alla spiaggia di Santa Maria, un’immensa distesa di sabbia lunga 9 chilometri. A Boavista si può assumere una guida turistica per avventurarsi nella periferia di Sal Rei, una zona ricca di meraviglie naturali, come il Deserto di Viana. Inoltre, si può far visita a Mindelo, una cittadina costruita in stile coloniale.

Vacanze invernali, caldo e sole: Capo Verde, consigli e mini guid...