Giardini ad alta quota

L'estate è la stagione giusta per visitare i quattro bellissimi giardini botanici della Valle d'Aosta

Fiori e piante in una cornice unica: le montagne della Valle d’Aosta. L’estate è la stagione giusta per visitare i quattro bellissimi giardini botanici della regione: il Paradisia a Cogne, il Saussurea al Pavillon (Courmayeur), il Parco del Castel Savoia a Gressoney-St.Jean e il Chanousia al colle del Piccolo San Bernardo.

Partiamo dal Giardino Botanico Alpino Paradisia, che si trova cuore del Parco Gran Paradiso, a 1700 mt. di quota a Valnontey, una piccola frazione dopo Cogne. Prende il nome dal Giglio di monte (Paradisea liliastrum). Al suo interno si contano oltre 1.000 specie alpine: un vero paradiso per botanici e naturalisti a livello mondiale. Ogni anno il giardino stila un catalogo delle sementi dei fiori dando poi vita a scambi con giardini e orti botanici in ogni continente. Parco per esperti ma non solo: al suo interno si può passeggiare per almeno due ore tra conche e avvallamenti naturali su un’area di 10.000 mq, che include il suggestivo giardino delle farfalle.

Situato a 2173 metri il Saussurea è il più alto giardino d’Europa. Per raggiungerlo si prende la funivia del Monte Bianco da La Palud, frazione di Courmayeur, fino a Pavillon. Anch’esso prende il nome da un fiore, la Saussurea alpina, chiamato così in onore di Horace Benedict de Saussure, promotore della prima ascesa al Monte Bianco nel 1786. Si estende su un’area di circa 7000 mq e si divide in due parti: le roccere in cui la flora è divisa in base alla provenienza geografica e gli ambienti naturali d’alta montagna. La fioritura comincia a luglio e le piante concludono il loro ciclo vitale dopo tre mesi, quando comincia a cadere la neve che può arrivare anche a 3-4 metri.

All’interno del Parco del Castel Savoia, a Gressoney-Saint- Jean località Belvedere, si trova un altro giardino botanico. Si estende alla base del castello sul versante rivolto verso Gressoney e il Monte Rosa, e ospita numerose specie tipiche e alcune esotiche. Il castello è la copia di un maniero medioevale disegnata dall’architetto Emilio Stramucci nel 1904, su richiesta di Umberto I di Savoia in omaggio alla Regina Margherita.

Il giardino di Chanousia si trova al Colle del Piccolo S. Bernardo, a 13 km da La Thuile, sul confine con la Francia. È il più antico nel suo genere, nato da un’idea dell’Abate Pierre Chanoux che nel 1897 trasformò la propria collezione di piante in un orto botanico alpino. Prende il nome dal suo fondatore. Dalla Seconda Guerra Mondiale metà degli anni Settanta il giardino è stato abbandonato, ma in seguito a un’accurata ricostruzione oggi conta 1600 specie di piante alpine, un laboratorio e un piccolo museo.

Giardini ad alta quota