Viaggio al confine tra tre Paesi diversi

Divisi da fiumi, montagne o da semplici cartelli, ecco i confini più strani del mondo tra tre o addirittura quattro Nazioni

Guardare la mappa geografica e pensare che, nel giro di pochi metri, ben tre o addirittura quattro Paesi diversi si incontrano in un solo punto lascia a bocca aperta. 

Forse molti lo avranno anche calpestato durante una vacanza: si tratta del confine tra Grecia, Bulgaria e Macedonia. Il paesaggio è quello della catena montuosa della Belasica. A Cunovo, un piccolo villaggio con poco più di mille abitanti nel cuore dell’Europa, si trova il confine tra Austria, Ungheria e Repubblica Slovacca. A Basilea, in Svizzera, è un fiume a segnare il confine tra altri tre Paesi. Sulle sponde del fiume Reno, infatti, c’è un obelisco che divide Germania, Francia e Svizzera.  
Sulla collina del Vaalserberg, a poco più di 300 metri di altezza, c’è il confine tra Germania, Belgio e Paesi Bassi. La regione scenario del "triplo destino" è quella di Limburgo.

Europadenkmal, il monumento delle tre frontiere. Si trova in un bellissimo parco naturale della Renania e segna il confine tra Germania, Belgio e il piccolo Stato del Lussemburgo.

Andando più lontano, a più di 2.800 metri di altezza, sul monte Roraima, per esempio, c’è il confine tra Brasile, Venezuela e Guyana, una piccola Repubblica dell’America meridionale con meno di un milione di abitanti. Tra Paraguay, Argentina e Brasile sono due fiumi a dividere le Nazioni: l’Iguazu e il Paranà. Con tre città diverse nate proprio lì: Ciudad del Este (Paraguay), Puerto Iguazú (Argentina) e Foz do Iguacu, in Brasile.
 
Ma c’è un posto nel mondo dove i destini che si uniscono sono addirittura quattro. Si chiama Quadripoint e si trova in Africa. Un posto incantevole, alla confluenza tra i fiumi Cuando e Zambesi. Qui Namibia, Botswana, Zambia e Zimbabwe si guardano in faccia.

Viaggio al confine tra tre Paesi diversi