A Mantova, tra piazze, laghi, monumenti e cultura

La città dei Gonzaga protagonista della cultura con la XXI edizione del Festivaletteratura

Mantova è una delle perle d’Italia. Una cittadina a misura d’uomo che è tutta un unico centro storico. Famosa perché si gira in bicicletta. Conosciuta come la città dei Gonzaga e grazie all’imponente Castello di San Giorgio, nota anche per i tre laghi. Famosa perché, insieme a Sabbioneta, è diventata un sito Unesco. Famosa per l’annuale appuntamento con il Festival della letteratura che si tiene ogni anno al rientro dalle vacanze e che quest’anno si tiene per dal 6 al 10 settembre.

Tra storia e cultura
Come sempre Mantova si presta come contesto perfetto per favorire il dialogo tra scrittori e lettori semplicemente con le sue piazze, i suoi palazzi storici, i suoi teatri, i suoi giardini. Tantissimi i luoghi coinvolti dalla manifestazione, tra sedi ormai tradizionali e molte novità. Un’occasione, quella del festival, per visitare e ammmirare alcuni dei luoghi più belli di Mantova e dell’Italia, come piazza SordelloPalazzo Ducale, la Casa del Mantegna, piazza Castello, Palazzo Te, piazza delle Erbe, piazza Virgiliana, Palazzo d’Arco, Palazzo di San Sebastiano.

Tra le novità del 2017 c’è l’Arena che aprirà nel Cortile dell’Archivio di Stato, dove gli autori saranno letteralmente al centro, nello spazio aperto tra due tribune contrapposte e gremite di pubblico.
Tra i luoghi nuovi cè  il Teatro Spazio Gradaro, dedicato a spettacoli e workshop per ragazzi e l’Appartamento della Rustica di Palazzo Ducale, dove si terranno gli spettacoli della Favola di Orfeo.

Gli autori
Alla XXI edizione di Festivaletteratura sono moltissimi gli scrittori e gli artisti che intervengono. Tra i nomi più eccellenti spiaccano Corrado Augias, Pietro Grasso, Francesco Guccini, Carlo Lucarelli, Paolo Cognetti e tra gli stanieri Daniel Pennac, George Saunders, Arturo Pérez-Reverte, Hisham Matar, Elizabeth Strout e molti altri. Quest’anno il festival ruota attorno a temi come l’esilio, i libri gialli, le saghe familiari, la narrativa per ragazzi, il mondo musulmano e i diritti delle donne.

Appuntamenti
Tra i tanti eventi collaterali, il Festivaletteratura Music Hall ovvero un ricco programma di eventi che animerà le notti mantovane. Bambini e ragazzi avranno invece una casa tutta loro: la Casa del Mantegna si trasformerà in uno spazio a cui dedicarsi in attività museali e da laboratorio.

La maggior parte degli eventi sarà a pagamento. Costo dei biglietti:
– Incontri con gli autori: 3/7 euro
– Spettacoli: 10/25 euro

 

A Mantova, tra piazze, laghi, monumenti e cultura