Visto Turistico per Israele: dove richiederlo, costi e durata

Visto turistico per Israele: dove richiederlo, quali sono i requisiti per ottenerlo, quanto costa e qual è la durata di questo permesso per recarsi in vacanza in Medioriente

Il visto turistico per Israele viene rilasciato alle persone che si recano nel Paese per motivi turistici, d’affari o studio per periodi brevi. Il visto è valido per tre mesi dalla data del rilascio e la durata del soggiorno è stabilita dalla polizia di frontiera. Nel caso si volesse prolungare il periodo di permanenza in Israele è necessario presentare domanda su apposito modulo all’ufficio di amministrazione regionale del Ministero dell’Interno. Prima di fare richiesta del visto è bene conoscere quali sono i documenti da presentare e quali sono i requisiti per ottenerlo e recarsi in vacanza in Israele.

Per presentare la domanda bisogna avere a disposizione il documento di viaggio, il modulo di visto di ingresso, due foto tessera, il passaporto con validità di almeno sei mesi, la lettera dell’agenzia di viaggio con indicata la prenotazione del volo di andata e ritorno e l’assicurazione medica per l’intero periodo del soggiorno. Si ricorda che il Consolato può chiedere la presentazione di altri documenti a seconda dei casi. Ai cittadini italiani non occorre il visto per andare in vacanza in Israele grazie ad accordi speciali tra i governi. Per informazioni ci si può recare all’Ambasciata Italiana a Gerusalemme o Tel-Aviv.

Tutti i paesi che appartengono alla lista dei non-esentati dal visto di ingresso devono necessariamente richiederlo. Ricordiamo inoltre che all’arrivo in territorio israeliano potrebbero esservi rivolte molte domande per motivi legati alla sicurezza e per sapere esattamente quali sono i motivi per cui ci si reca in questo Paese. Tra le prassi c’è anche la perquisizione. Sappiate che non è possibile fare ingresso nei paesi musulmani se sul passaporto si ha un visti israeliano; per ovviare a questo inconveniente occorre farsi stampare il visto su un cartoncino.

All’aeroporto di Tel-Aviv invece consegnano al turista una piccola tessera con la data di ingresso e la propria foto che deve essere obbligatoriamente presentata al momento dell’uscita dal Paese. Il visto per Israele viene sempre rilasciato al momento, in aeroporto. Pertanto ricordatevi di procurarvi tutti i documenti necessari per poi richiederlo una volta arrivati lì e passati i controlli della frontiera israeliana. E’ ovvio che per ottenere il visto voi non stiate trasportando sostanze stupefacenti, armi e materiale incendiario.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Visto Turistico per Israele: dove richiederlo, costi e durata