Soma Bay, il Mar Rosso incontaminato

Un'oasi di relax e tranquillità tra deserto e mare a poche ore di volo dall'Italia

Se pensate che tutte le località turistiche del Mar Rosso siano affollate come Sharm el-Sheikh o che siano caratterizzate da casermoni di cemento come Hurghada vi sbagliate di grosso. Sul Mar Rosso esistono località tranquillissime, dove il paesaggio è rimasto allo stato naturale, dove tra un ombrellone e l’altro ci sono almeno due metri di distanza, dove lo spazio a disposizione del villeggiante è enorme: in poche parole, la spiaggia e il mare sono tutti per voi. Soma Bay, a Sud di Hurghada, a una ventina di chilometri da Safaga, è una di queste località, quella che viene chiamata dagli agenti di viaggio un destination resort ovvero una località talmente completa da formare da sola una destinazione vera e propria. Cinque hotel, una marina con yacht attraccati e barche che portano ogni giorno i turisti alla barriera corallina, negozi e locali, due campi da golf (nove e 18 buche), un centro benessere con talassoterapia, un centro velico per fare kite surf e un immancabile centro diving. Questa meta ha già vinto numerosi premi, tra cui il Travellers’ Choice Award di TripAdvisor.

Spiaggia e relax
La spiaggia a Soma Bay è lunghissima
e costeggia quattro dei cinque resort: il Breakers, il Kempinski, lo Sheraton e il Robinson. Si affaccia su una bellissima baia da cui si può ammirare il profilo della catena montuosa del complesso di Shaiyb al-Banat che ha picchi che toccano anche i 2.000 metri (Gebel Shaiyb al-Banat). La baia è soggetta alle maree e la mattina i fondali sono molto bassi tanto da consentire lunghissime passeggiate f in mezzo al mare. Gli ombrelloni sono ben distanziati tra loro consentendo la massima privacy. Per proteggersi dal vento ci sono degli speciali paravento che ciascuno sistema a proprio piacimento. Molti stranieri preferiscono restare in piscina – ogni hotel ne ha almeno una – pertanto sulla spiaggia non c’è molta folla.

La barriera corallina
Secondo gli esperti diver, quella del Mar Rosso è la più bella barriera corallina del mondo. Al contrario di quanto è accaduto nell’Oceano Indiano, infatti, qui non c’è stato l’effetto del niño, la corrente calda che ha bruciato quasi tutti i coralli. I coralli del Mar Rosso sono quindi colorati. E splendidi. Al reef di Soma Bay si accede da un jetty lungo meno di 500 metri. Chiunque può scendere dalla scaletta e nuotare lungo la barriera corallina. Il fronte interno ha fondali bassissimi e trasparentissimi per via della sabbia chiara. Di pesci colorati se ne vedono un’infinità: pesci pagliaccio, pesci pappagallo, pesci balestra, pesci pipistrello. Un vero acquario. I più temerari possono scendere sul lato esterno della barriera dove si ammirano gli abissi più profondi. Qui i coralli la fanno da padrona e i pesci sono molto più grandi.

Non solo spiaggia: tutte le altre attività
Come in una vecchia pubblicità, a Soma Bay si può fare tutto o anche niente. Oltre a restare sdraiati sulla spiaggia a prendere il sole e a immergersi nelle acque cristalline, si possono fare tutti gli sport acquatici oltre allo snorkeling e alle immersioni. A partire dal kite, surf e vela che si possono praticare alla Kite House. L’unico hotel a non essere affacciato sulla spiaggia, il Cascades, nasconde una delle più grandi spa e talasso dell’intera regione con ben 65 cabine per ogni tipo di trattamento, molti dei quali a base di acqua termale. Non mancano i campi da golf per gli appassionati. Uno da nove e uno da 18 buche immersi nel verde (artificiale ma bellissimo). Molti vengono qui apposta per i green.

Non solo resort: le escursioni
Per chi ama il mare e le attività legate allo snorkeling, imperdibile è una gita in barca verso l’isola di Tobia, una lingua di sabbia bianca in mezzo al mare. Vi sentirete come Robinson Crusoe. Per chi vuole conoscere lo stile di vita del popolo locale, l’escursione migliore è quella al villaggio beduino della tribù di Mazaa. Per raggiungerlo si attraversa il deserto e si conclude con un tè nel deserto con tanto di tramonto. Impedibile. Inoltre, l’antica città di Luxor dista 240 km: qui si concentra il più alto numero di monumenti di tutto l’Egitto. Si può andare in bus o in aereo.
 
Il paradiso a due passi da casa
Per raggiungere Soma Bay l’aeroporto più vicino è a Hurghada che dista meno di un’ora di strada. Non ci sono voli diretti dall’Italia. La compagnia di bandiera dell’Egitto, Egypt Air, vola da Milano e Roma con scalo al Cairo.  Ma ci sono altre compagnie aeree europee che atterrano a Hughada: da quest’autunno partiranno gli incentivi del Ministero del turismo egiziano alle compagnie aeree per ripristinare voli di linea e low cost in direzione Mar Rosso.

Soma Bay, il Mar Rosso incontaminato