Passaporti blu, rossi, verdi, neri. Sapete cosa significano?

Non tutti conoscono il significato dei colori sui diversi passaporti, i quali non vengono scelti per distinzioni religiose o politiche. Le ragioni sono diverse

Sapete cosa significano i passaporti blu, rossi, verdi e neri? A primo acchito, questi colori possono far pensare a una distinzione religiosa, politica o territoriale, mentre le motivazioni che portano ad avere i passaporti di questi colori non riguarda solo i campi citati sopra. Il colore verde identifica la religione islamica, infatti il passaporto di questo colore è stato adottato dal Marocco, Arabia Saudita e Pakistan. Il verde è usato non solo nel passaporto ma anche nelle bandiere e in altri elementi tipici di queste aree. La scelta del colore è dettata dal semplice fatto che era il preferito di Maometto. Se si fa caso, il colore verde viene usato anche nelle bandiere dell’Iran, Mauritania, Pakistan e Afghanistan. Nelle regione africane è stato adottato da: Burkina Faso, Costa d’Avorio, Nigeria, Niger e Senegal. La motivazione riguarda l’identificazione come membri appartenenti all’ECOWAS.

Il passaporto di colore blu più famoso è quello degli Stati Uniti, anche se il colore è stato adottato dai CARICOM per la posizione geografica in cui si trovano. Il passaporto blu è stato adottato anche dal Brasile, Uruguay, Paraguay, Argentina e Venezuela a indicare la loro affiliazione all’unione doganale MERCOSUR. Il passaporto rosso è adottato dalla Slovenia, Cina, Lettonia, Georgia, Romania e Serbia. Il rosso è il colore maggiormente utilizzato durante l’epoca vichinga, e qui si spiega perché anche alcuni paesi Nordeuropei usano questo passaporto. L’Unione Europea ha un passaporto vinaccia o bordeaux. Questo stesso colore è utilizzato anche da quei paesi che vogliono diventare membri dell’Unione Europea, come la Turchia, la Macedonia e l’Albania.

I passaporti di colore nero sono i più rari, e solitamente vengono utilizzati per identificare alcuni paesi dell’area Africana: Ciad, Zambia, Repubblica democratica del Congo, Burundi, Botswana, Gabon, Malawi e Angola. A questi paesi si aggiunge la Nuova Zelanda, dove il colore nero è il simbolo nazione di questo paese. Il colore nero è anche quello utilizzato per i passaporti diplomatici. Dopo aver compreso il significato dei colori dei passaporti, ci sono alcune curiosità in merito. Forse non tutti sanno che la Regina Elisabetta non ha un passaporto, che il primo passaporto di Città del Vaticano è del Papa e tantissime altre curiosità.

Passaporti blu, rossi, verdi, neri. Sapete cosa significano?