Quanti musei ci sono a Budapest e quali visitare

I musei di Budapest sono così tanti, che è difficile includerli tutti nella lista. Scopriamo insieme quali sono i musei di maggior spicco

<p>I musei di Budapest superano la cifra di 120 e sono famosi nel mondo non solo grazie alle vaste collezioni di articoli di ogni genere, dai quadri di pittori moderni, alle stampe antiche, ma anche per via dell’innata cordialità e gentilezza che caratterizzano i funzionari dei musei ungheresi. Durante la permanenza a Budapest si consiglia di visitare anche le varie cattedrali situate nella capitale dell’Ungheria, poiché, nonostante non siano propriamente dei musei, sono comunque dei posti in cui è possibile vedere delle opere artistiche di tutto rispetto. Le chiese di Budapest sono dei veri e proprio musei gratuiti, con tanto di statue e affreschi realizzati dai principali artisti europei. Senza dimenticarsi, poi, delle tante gallerie d’arte che caratterizzano la città. In queste è possibile trovare dipinti di pittori classici, come Van Gogh, Rembrandt, Rubens e altri, oppure creazioni artistiche appartenenti alla categoria delle arti moderne e contemporanee.

Trovandosi nella capitale dell’Ungheria , insomma, l’unico imbarazzo che si può avere cercando qualcosa di culturale e appassionante da vedere, è l’imbarazzo della scelta. Tra tutti i musei di Budapest consigliati da visitare, il principale è sicuramente il Museo Nazionale. In quest’ultimo vengono messi in mostra oggetti appartenuti alla storia del Regno dell’Ungheria e a tutti i popoli che hanno abitato nel grande Stato. Il Museo Nazionale è tra i più grandi non solo dell’Ungheria, ma di tutta l’Europa mitteleuropea. È sicuramente il posto più indicato per le persone appassionate di storia, che qui potranno scoprire di più sull’Impero Austro-Ungarico, sul popolo dei ruteni che tutt’ora abita nei Carpazi, vedere come si è evoluta la civiltà ungherese, che ruolo ci hanno svolto le donne e così via.

Vicino, sempre nel centro storico di Budapest, sorge il Museo Etnografico dell’Arte e delle Tradizioni Popolari. A differenza del Museo Nazionale, questo luogo si concentra di meno sulla storia generale dell’Ungheria, riservando una maggiore attenzione ai popoli che hanno abitato su queste terre. Partendo dalle ere antiche, ai visitatori vengono mostrati vari oggetti d’uso comune inventanti dai popoli della zona. Ma ci sono anche delle sezioni in cui è possibile vedere degli abiti tipici, dei libri, dei quadri e persino delle rappresentazioni di tradizioni ungheresi tanto antiche, quanto particolari. Inoltre, a Budapest c’è un apposito Museo Storico, che si concentra sulla storia della capitale dell’Ungheria, partendo dalla sua fondazione, passando per lo sviluppo sotto il governo dei vari re e fino alla formazione della Budapest odierna. In questo museo è possibile anche vedere il progressivo sviluppo e le relative dinamiche di crescita dello Stato d’Ungheria, spaziando dal regno, passando per l’impero e terminando con la Repubblica d’Ungheria.

Tra i musei di Budapest non si può non citare la Galleria Nazionale Ungherese, che ospita, forse, la più vasta raccolta di quadri e opere della zona. L’istituzione si trova nell’edificio dell’ex Palazzo Reale di Buda, una costruzione davvero ricca di elementi d’architettura di alto livello. Si tratta di una delizia per gli occhi soltanto a vederla, mentre entrarci per esaminare le varie stanze e vedere il ricco arredo degli interni è una fortuna che in passato hanno avuto decisamente in pochi. Il museo è diviso in varie sezioni: arte barocco, arte rococò, arte rinascimentale, arte del Medioevo, arte moderna e così via. E parlando di Arte, non ci si può dimenticare di citare il II museo delle Belle Arti di Budapest, che ospita delle preziose (e infinite) collezioni di artisti sia ungheresi, che stranieri. In questo posto si consiglia di vedere la collezione d’arte spagnola, di pittori come Velazquez, Ribera, El Greco, Zurbaran, Goya e Murillo. Inoltre ci sono capolavori della Pop Art realizzati da Warhol e Lichtenstein. Tra i musei di Budapest ne val ela pena di citare anche la Basilicata di Santo Stefano e la Chiesa di Re Mattia. In entrambe si trovato le opere religiose più importanti d’Ungheria e d’Europa.

E vicino sorge la più grande sinagoga d’Europa, seconda al mondo solo a quella d’Israele. Nel quartiere del castello di Buda è consigliato di vistare il museo di Storia Militare, dove è messa in mostra una ricca collezione di armi, di armature, di quadri celebri che raccontano ai moderni visitatori la storia delle battaglie passate e tanto altro ancora. Tra tutti i musei di Buda, il Museo di Ferenz Liszt merita un’attenzione particolare. Esso si trova nell’appartamento dove è vissuto il celebre compositore ungherese, a cui si devono delle opere di musica classica sopravvissute fino ai giorni nostri. E, infine, parlando di musica si deve, per forza di cose, fare visita al Museo della Musica. Quest’arte gode di un notevole successo in Ungheria e la stessa musica ungherese vanta di nomi universalmente conosciuti in tutto il mondo. Qui è possibile trovare vari spartiti e scritti dei compositori, oltre a una vasta collezione di strumenti tradizionali ungheresi risalenti alle epoche passate.

</p>

Quanti musei ci sono a Budapest e quali visitare