Quali musei visitare a Budapest con i bambini

I musei di Budapest da visitare con i bambini sono così tanti, che spesso si rischia di perdersi. Di seguito qualche consiglio utile al caso

Nei musei di Budapest sono contenute delle opere d’arte, sia antica, che contemporanea, molto rare e preziose. Altresì vi sono varie collezioni di oggetti artigianali e prettamente tecnici, fino a raccolte di strumenti musicali, libri, spartiti e quant’altro. Dalle tele, passando alle statue, ai vari ornamenti realizzati a mano e alle lavorazioni artigianali, nella capitale dell’Ungheria si rischia davvero di avere l’imbarazzo della scelta e perdersi in mezzo a meraviglie naturalistiche di Budapest, e a quelle realizzate tramite ingegno umano. Tra tutti i musei di Budapest, si può portare i bambini in un museo d’arte contemporanea, dove vedere le lavorazioni che contraddistinguono le creazioni artistiche dell’età moderna. Vedere le opere realizzate da importanti artisti ungheresi può essere divertente e in contempo conoscitivo.

E se i bambini fossero particolarmente avversi all’arte contemporanea, non vedendoci nulla di particolare che meriti la loro attenzione, perché non portarli nella Galleria Nazionale d’Arte a Budapest? Essa si trova in un edificio molto vasto ed è pieno di tele scritte a cavallo tra il XVII e il XVIII secoli. L’arte barocco, quella rococò, l’arte romantica, oppure le creazioni più tarde cattureranno sicuramente l’attenzione anche dei più piccoli. Inoltre, si può prendere in considerazione l’idea di portare i bambini nel posto principale di tutti i musei di Budapest. Si tratta del Museo Nazionale, in cui sono esposti oggetti provenienti da tutta l’Ungheria. Si tratta, per lo più, di un museo storico in cui si possono vedere vari oggetti di grande valore. Corone, timbri, stampe, libri antichi, anelli, lavorazioni artigianali in terracotta e molto altro vengono qui ammirati ogni giorno da centinaia di turisti provenienti da tutta l’Europa.

E oltre alla sezione dedicata prettamente all’Ungheria e ai vari sviluppi di questo Stato durante la storia dell’umanità, ci sono delle sezioni dedicate ai popoli che hanno composto lo Stato dell’Ungheria. Dai semplici oggetti dediti all’uso quotidiano, come mantelli, scarpe, abiti tradizionali di vario genere e cappelli, si passa anche una vasta collezione di soldi. Insomma, il Museo Nazionale a Budapest è un pozzo di conoscenza senza fondo che bisogna scoprire passo dopo passo, senza forzare mai la mano. Non a caso si tratta di uno dei più grandi musei d’Europa, dove si può scoprire di più sulla cultura del popolo ungherese e sulle varie usanze dell’Impero Austro-Ungarico.

Se ai bambini piace scoprire la diversità dei popoli, una buona idea sarebbe portarli nel Museo Etnografico dell’Arte e delle Tradizioni del Popolo. Si tratta di uno dei più celebri musei di Budapest tanto che ivi sono contenute varie collezioni dedicate ai popoli che hanno abitato sulle terre d’Ungheria. Dai ruteni, provenienti dai Carpazi situata nella parte orientale dell’Ungheria, fino ai popoli con una matrice genetica più ottomana, che si erano stabiliti nella parte meridionale dello Stato ungherese, il museo indaga sulla storia e sulle tradizioni di molti popoli. La mostra parte dalle ere antiche, quali quelle del Bronzo e del Ferro, sviluppandosi mano a mano fino ad arrivare ai giorni nostri. In contempo ai visitatori vengono mostrati vari oggetti artigianali inventati dai diversi popoli che hanno abitato sulle terre ungheresi.

Inoltre, ci sono delle sezioni dedicate alle cartoline, alle stampe, a francobolli, ai libri antichi e così via. Se, invece, i bambini fossero più interessati al lato storico della capitale ungherese, allora si potrebbe fare visita al Museo Storico. Quest’ultimo, a differenza del Museo Nazionale, mette in mostra l’evoluzione della città di Budapest in particolare. Le varie collezioni mostrate, informano i turisti sui cambiamenti che ha subito la città durante la sua storia. Cominciando dalle forme statali antecedenti al regno, passando per la formazione del Regno d’Ungheria, fino all’Impero con l’Austria e finendo con lo Stato d’Ungheria attuale, il tutto viene letteralmente “portato” verso i visitatori in forma semplice e in contempo curiosa. Tra tutti i musei di Budapest, i bambini potrebbero essere particolarmente incuriositi dal museo dal II° Museo d’arte di Budapest.

In esso si trova la sezione di Pop Art, i cui lavori sono caratterizzati da un forte contrasto di colori e da disegni tanto curiosi, quanto unici. Le opere di Andy Warhol e Lichtenstein attireranno sicuramente le attenzioni dei più piccoli, e daranno modo di riflettere sull’evoluzione artistica anche ai più grandi. I maschietti, inoltre, potrebbero voler visitare il museo di Storia Militare, che sorge vicino al castello di Buda. Qui si possono vedere le varie armi utilizzate durante la storia, la loro progressiva evoluzione, lo sviluppo di tattiche militari e persino delle armature. Inoltre ci sono delle grandi e celebri tele, su cui sono dipinte a mano le principali battaglie del continente europeo in generale e della terra ungherese nello specifico.

Quali musei visitare a Budapest con i bambini