Navigando tra le Isole Eolie su una goletta

Da Lipari a Filicudi, da Salina a Panarea, da Stromboli a Vulcano, una vacanza a vele spiegate attraverso l'arcipelago più bello del Mediterraneo

Per trascorrere in modo originale e divertente le prossime vacanze estive, perché non prendere in considerazione un soggiorno a bordo di una goletta di legno, che vi permetterà di scoprire lo splendido mare delle Isole Eolie e il patrimonio archeologico, terrestre e marino, di uno degli arcipelaghi più belli del Mediterraneo? Per noleggiare una goletta ci si rivolge alle compagnie di navigazione locali. Ecco un itinerario consigliato, da fare a bordo di una imbarcazione d’altri tempi.

Durante il giorno, alla navigazione (a vela o a motore, a seconda del vento), si alternano piacevoli soste in alcune fra le più note e suggestive baie, per poi, la sera, ormeggiare in rada davanti ai porticcioli, consentendo, a chi lo desidera, di raggiungere la terra ferma con il tender per visitare l’entroterra e trascorrere una piacevole serata. La navigazione dura circa tre ore per ogni tappa.

Il viaggio parte da Lipari, a bordo della goletta, a vele spiegate, alla volta di Cala di Pollara, a Salina, dove si trascorre una giornata di mare. Dopo una breve navigazione lungo la costa, si sosta alla fonda a Lingua, dove si visita la vecchia Salina. Da non perdere la degustazione di una delle famose granite o del Pane Cunzato. Il pernottamento in rada è davanti al paese di Santa Marina di Salina, con la possibilità di sbarco per visita notturna del paese.

Il giorno dopo si mollano gli ormeggi alla volta di Filicudi per ammirare lo splendido scoglio della Canna. A bordo del tender si può visitare la splendida Grotta del Boe Marino.

La mattina si riparte: destinazione Panarea, alla volta della bella Cala Junco, con il suo stupendo mare. Qui si possono visitare le rovine dell’insediamento preistorico che sovrasta la cala. Tra le tappe obbligate c’è l’Isola di Lisca Bianca, dove ci si può tuffare nelle scie di gas sulfureo che risalgono dal fondo del mare. La navigazione prosegue alla volta di Basiluzzo per la visita di uno degli isolotti più belli dell’arcipelago.

Il giorno successivo è dedicato a Stromboli. Una volta passati sottocosta lungo il borgo di Giostra, si procede alla volta della imponente Sciara del Fuoco e di lì a Strombolicchio per un tuffo negli abissi e per un veloce trekking per la visita del faro.

Il giorno seguente, si naviga alla volta di Vulcano. Si ormeggia nei pressi dello Scoglio della Quaglia da dove, con il tender, è possibile effettuare la visita della suggestiva Grotta del Cavallo e della Piscina di Venere. La giornata prosegue alla volta delle Sabbie Nere per poi raggiungere le piscine termali. Da non mancare l’escursione sul cratere per godere di uno dei tramonti più incantevoli che ci siano al mondo. L’ultima tappa è a Lipari, la più grande delle Isole Eolie. Qui ci ferma ai Faraglioni, dove, con il tender, ci si insinua tra grotte e anfratti. Da non perdere le famose Pomici, per un tuffo nelle acque turchesi che caratterizzano il luogo. La sera si ormeggia la goletta davanti al porto vecchio di Lipari, meglio noto come Marina Corta. Vi è venuta voglia di salpare?

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Navigando tra le Isole Eolie su una goletta