Musei gratis o a pagamento? Di’ la tua

La cultura dovrebbe essere gratuita e accessibile a tutti. Invece richiede un esborso esoso tanto che si preferisce il cinema al museo

Ci si domanda spesso se la cultura non dovrebbe essere gratuita e quindi accessibile a tutti. La domanda sorge spontanea quando, dopo aver fatto una fila chilometrica per visitare una mostra, si devono anche sborsare 15 euro per l’ingresso, 5 euro per l’auricolare, per non parlare poi di quanto costerebbe una visita guidata. Se un’intera famiglia, magari di quattro persone, volesse farsi un po’ di cultura, poi, la mostra diventerebbe un vero e proprio salasso. Meglio andare al cinema… Avete mai sentito parlare della Fortezza di San Leo, in provincia di Pesaro e Urbino? E’ un posto bellissimo, arroccato su una montagna ripidissima, famoso perché vi morì il Conte Cagliostro, ma non conosciuto tanto quanto la Basilica di San Pietro in Vaticano. Ebbene, l’ingresso qui costa 8 euro, mentre San Pietro ne costa solo 7. Altri esempi: entrare al Colosseo costa 9 euro; nel Foro Romano 11 euro; nella Domus Aurea 5 euro; la Galleria degli Uffizi di Firenze costa 6,50 euro; la Piazza dei Miracoli a Pisa 10 euro. E di esempi se ne potrebbero citare tantissimi, anche perché l’Italia è ricca di opere d’arte, musei, monumenti, edifici storici e bellezze naturali. Tutti – o quasi – a pagamento. Come ovviare al problema della manutenzione di tutti questi beni preziosi senza far pagare un biglietto d’ingresso nessuno lo sa. C’è chi pensa che i Comuni dovrebbero farsi carico delle spese e chi opta per un’offerta libera.

 

Un esperimento sensato lo ha fatto la Francia, che ha deciso di offrire i musei gratuiti per tutto il mese di giugno e ora sta pensando di estendere l’iniziativa al tutto il resto dell’anno. In Inghilterra, invece, si entra gratis al British Museum, al Science Museum, al Museum of London, all’osservatorio di Greenwich e in molti altri già da parecchi anni. Secondo un sondaggio condotto da TripAdvisor, pare proprio che i turisti apprezzino molto le opere d’arte gratuite. Tra i dieci luoghi artistici gratuiti più amati, è stato il Pantheon di Roma ad essere eletto al primo posto. Nella top ten, anche altri monumenti italiani, come il Duomo di Firenze e la Basilica di S. Marco a Venezia. All’estero, invece, sono stati votati due musei “ticket-less” in Inghilterra, la National Gallery di Londra e il Museum of the Jewellery Quarter, a Birmingham oltre a Westminster Abbey, sempre a Londra, la  Cattedrale di Notre Dame a Parigi, la Cattedrale di San Michele e Santa Gudula, a Bruxelles, il Parco del Buon Retiro di Madrid e la Giant’s Causeway, a Bushmills, nell’Irlanda del Nord, una riserva naturale con oltre 40mila colonne di basalto nero di origine vulcanica che emergono dalle acque.

Musei gratis o a pagamento? Di’ la tua