Battipaglia: cosa non perdere della città campana

Battipaglia non vuol dire solo mare: oltre alle spiagge, nella città campana c'è un bellissimo castello e molto altro ancora. Scoprilo nella nostro guida!

Battipaglia è una deliziosa città nella provincia di Salerno, in Campania, a ridosso della collina Castelluccia e situata ai margini settentrionali della Piana del Sele. Incorniciata dai Monti di Eboli e immersa in un paesaggio verdeggiante, attraversata dal fiume Tusciano, insieme a diversi canali artificiali.

La città si trova a pochi chilometri dalle cose tirreniche, con spiagge libere ed attrezzate da stabilimenti balneari. Un paesaggio immerso tra le bellezze del mare e il celebre antico Castello, simbolo e custode della città. Ecco un po’ di consigli per non perdersi niente a Battipaglia.

Il Castello di Battipaglia: storia e come visitarlo

Detto anche “Castelluccio“, il Castello di Battipaglia è un edificio d’epoca medievale realizzato intorno all’anno Mille su commissione di Roberto il Guiscardo, un condottiero normanno, menzionato anche nella Divina Commedia di Dante Alighieri. A Federico II di Svevia è, invece, imputabile la prima costruzione fortificata. Il Castello si trova sulla collina che domina la città in una posizione strategica da un punto di vista militare, ma anche politico e simbolico. Un castello che sembra uscito da una favola, per molti uno dei più belli d’Italia, attualmente di proprietà privata, necessita di interventi di recupero e ristrutturazione. È possibile visitarlo gratuitamente nelle aree agibili.

La struttura del Castello di Battipaglia possiede ancora le mura risalenti al VII secolo ed una torre del XIII secolo. La facciata ha 3 torri quadrangolari costruite successivamente. Il complesso architettonico presenta una piccola chiesa con un affresco con la “Madonna delle Grazie“, a cui era dedicata, una veranda, cucine, un frantoio e diversi bagni dove è ancora conservata un’antica caldaia. Al castello è annessa una piccola grotta utilizzata, verosimilmente, in passato come luogo di riparo per il bestiame e collegata un tempo tramite mura interne. I locali del piano terra presentano grandiose volte a crociera scavate nella pietra viva risalenti all’anno Mille.

Cosa vedere a Battipaglia: monumenti e chiese

Battipaglia è una città ricca di attrazioni culturali e paesaggistiche. Oltre al Castelluccio sono presenti  anche altri monumenti e chiese, come la Chiesa di Santa Maria della Speranza, luogo di culto importante per la zona, perché al suo interno è collocata la statua della Madonna della Speranza, fatta costruire dai reali Borboni nei primi dell’ ‘800 e festeggiata tutti gli anni, la prima domenica di Luglio. Da visitare anche la Chiesa o Cappella di Santa Lucia, un edificio religioso presente già in epoca normanna, come testimoniato dagli archivi ritrovati.

Delle originali vesti medioevali non si conserva quasi più niente, ma la Chiesa di S. Lucia infonde ancora le suggestioni del suo antico passato. Oggi si presenta con una magnifica veste barocca integrata da qualche restauro ottocentesco. Tra le altre chiese, la Cappella di San Giuseppe e il Complesso monastico altomedievale di San Mattia, fatto edificare tra il 1027 e il 1052 da Guaimario IV di Salerno, figura di primo piano per i Longobardi.

Di stile architettonico romanico, questo complesso nacque come abbazia, diventando, in seguito, priorato e prepositura, ospitando monaci e contadini del luogo incaricati di coltivare le terre. Tra i siti monumentali più interessanti, la Torre sul Tusciano insieme anche ad altre sei torri che spiccano da Salerno ad Agropoli come struttura difensiva. Tra le varie architetture di carattere civile presenti a Battipaglia, vale la pena ricordare il Palazzo Municipale, la Masseria del Fosso, la Tenuta Porta di Ferro, la Villa Budetta, la Masseria Farina di Fiorignano, il Complesso La Morella, la Torre Caciottoli e la Villa D’Amore.

Battipaglia: le spiagge più belle

Ai piedi degli imponenti Monti Picentini, immersa nella vasta foresta dell’Italia meridionale, in mezzo alla fertile pianura della Piana del Sele e a una decina di chilometri dal Mar Tirreno. È questo il suggestivo ambiente naturale della bella cittadina di Battipaglia. Meta sempre più turistica, data anche la vicinanza alle bellissime spiagge. Proprio secondo gli ultimi rilevamenti dell’ARPAC, ci sono in particolare alcuni tratti di mare ritenuti di “eccellente balneabilità”.

Si tratta della località Tenuta Spineta, tra Masseria Spineta e Stazione Autobus Spineta-Lido, un lungo litorale sabbioso con la presenza di strutture turistiche attrezzate. Sulla spiaggia c’è la possibilità di praticare sport acquatici nelle acque cristalline o rilassarsi al sole presso uno degli stabilimenti balneari che dispongono di molti servizi. Tra le spiagge più belle e limpide di Battipaglia, dove il mare offre uno spettacolo suggestivo, tra acqua trasparente e natura, la località Lido Lago, in posizione strategica anche per raggiungere le mete più esclusive della Campania.

Complessi balneari attrezzati, tra confort e servizi come: baby nursery, ristoranti, pizzerie, beach sofà privè, aree sports (tennis, beach volley), windsurf, surf, kayak etc… Tra residence e strutture alberghiere, per godersi il bellissimo mare turchese e le spiagge di sabbia bianca. Tra le aree naturali, da vedere la Caverna dei Lepidotteri, la Grotta del Monte Belvedere, Grotta della Tegola Romana sul Tusciano, la grotta I nei Conglomerati e la Grotta II nei Conglomerati. Ecco, Battipaglia è davvero una località dove trascorrere una fantastica vacanza, alternando rilassanti giornate in spiaggia e lunghe escursioni sui monti dell’entroterra, a poca distanza da suggestivi siti archeologici della Regione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Battipaglia: cosa non perdere della città campana