Settembre tra i vigneti della Franciacorta: l’itinerario

Terra di vini, il paesaggio è modellato da dolci colline ricoperte da vigneti, borghi, castelli, abbazie e ville patrizie e da tante cantine

La Franciacorta è una delle zone più pittoresche del Nord Italia. Terra di vini, il paesaggio è modellato da dolci colline ricoperte da un tappeto di vigneti, piccoli borghi, castelli, abbazie e ville patrizie, casali isolati e naturalmente tante cantine.

Affacciata sulle sponde del lago d’Iseo, è fra le destinazioni italiane più amate dagli enoturisti. E non solo.

L’inizio dell’autunno è il periodo migliore per andare alla scoperta di questo straordinario territorio, seguendo la Strada del Franciacorta che vi si snoda tra le colline lungo percorsi tracciati da vigne e cantine, da percorrere in auto, ma anche a piedi o in bicicletta.

Festival-del-Franciacorta-in-Cantina

Bicicletatta durante il Festival del Franciacorta ©Consorzio Franciacorta

Questa strada si snoda per 90 chilometri, da Brescia al Lago d’Iseo. D’obbligo una tappa nelle cantine, che accolgono i turisti per visite e degustazioni. Ma fra i tanti piccoli e grandi tesori d’arte e di storia che segnano il territorio ce ne sono alcuni che sono imperdibili. Come l’abbazia olivetana di San Nicola a Rodengo Saiano, decorata con opere dei maggiori artisti della Scuola bresciana del Cinquecento e del Seicento (Foppa, Romanino, Moretto, Gambara).

O il monastero cluniacense di San Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo, gioiello del Romanico, dal cui sagrato si ha un eccezionale colpo d’occhio sulle Torbiere del Sebino, un’oasi naturalistica unica nel suo genere in Europa: circa 3,5 km quadrati di acqua, canne e vegetazione palustre.

FRANCIACORTA-ABBAZIA-OLIVETANA

L’abbazia olivetana di San Nicola ©VisitBrescia

Da non perdere il pittoresco borgo di Erbusco, con i ruderi del castello, la Pieve romanica di Santa Maria Assunta e la cinquecentesca Villa Lechi, la più scenografica della Franciacorta.

E ancora, il Convento dell’Annunciata sul Monte Orfano a Rovato, un’oasi di pace che conserva capolavori d’arte, da cui si gode uno splendido panorama sulle colline della Franciacorta e sulla pianura. Capriolo, borgo arroccato di origine medievale, e Paratico con i ruderi del Castello Lantieri che, secondo la tradizione, ospitò anche Dante Alighieri.

Torbiere-del-Sebino-lago-Iseo

Le Torbiere del Sebino ©VisitBrescia – Michele Rossetti

Un motivo in più per visitarla è il Festival del Franciacorta in Cantina, che la animerà nei weekend del 12-13 e del 19-20 settembre 2020, un appuntamento importantissimo per tutta la provincia di Brescia. In Franciacorta, le visite in cantina si coniugano con l’arte, dove botti e bottiglie su “pupitres” si alternano a quadri, sculture e letture di poesie e ad affascinati percorsi fra vigneti e cantine.

Sono 62 le cantine che aderiscono al festival e che organizzano visite guidate con degustazione ed eventi speciali come tour nei vigneti, pic-nic tra i filari, gite in bicicletta. La prenotazione è obbligatoria, contattando direttamente le singole aziende.

Franciacorta-itinerario-autunno

Visita dei vigneti ©VisitBrescia – Michele-Rossetti

Tra le cantine da visitare c’è La Montina di Monicelli Brusati, una storica azienda fra le più conosciute che organizza tour guidati della cantina che partono alle 10 seguiti dalla degustazione e domenica 20 settembre dalle 17.00 alle 19.30 una merenda campagnola nel Giardino degli archi con assaggi di salumi e formaggi regionali, abbinati a Franciacorta Satèn e Rosé Demi Sec La Montina. Nella Galleria d’Arte Contemporanea della cantina apre anche una mostra intitolata “Albaura”, sarà alle opere del maestro Lorenzo Fontana.

Franciacorta-Tenute-La-Montina

Le Tenute La Montina nel Franciacorta

Per chi non ha tempo di visitare tutte e 62 le cantine del territorio o per un aperitivo finale dopo un tour del Franciacorta, le Cantine di Franciacorta a Erbusco organizzano una degustazione di Franciacorta Dosaggio Zero all’interno della loro enorme enoteca dove si possono degustare i vini di 60 aziende vinicole franciacortine selezionate per l’occasione. La sera di sabato 19 settembre, infine, alcune cantine e ristoranti rimangono aperti fino a tarda sera per l’evento “Open Night”.

FRANCIACORTA-TORBIERE--SAN-PIETRO-IN-LAMOSA

Il monastero di San Pietro in Lamosa e le Torbiere ©VisitBrescia

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Settembre tra i vigneti della Franciacorta: l’itinerario