La nuova pista ciclabile della Valle dei Laghi

Sarà aperto un nuovo tratto ciclopedonale che costeggerà il Lago di Garda e arriverà fino a Trento.

La pista ciclabile Valle dei Laghi è un percorso ciclopedonale che parte da Torbole, in provincia di Trento, e arriva a Sarche partendo dalle sponde del Lago di Garda, in prossimità del fiume Sarca, dove confluiscono anche le piste ciclabili provenienti da Riva del Garda e da Mori. La pista della Valle dei Laghi è lunga 15 km e offre bellissimi panorami e scorci del Lago di Garda.

A breve sarà aperto un nuovo tratto ciclopedonale che passa da Padergnone e Vezzano e che permetterà ai ciclisti di raggiungere Sarche utilizzando una strada comunale che arriva a Ponte Oliveti, evitando di costeggiare il Lago di Toblino e di percorrere la trafficata SS45bis. Ma non è tutto: la pista ciclabile della Valle dei Laghi arriverà anche a Trento. Il prolungamento della pista passerà da Cadine e dall’omonimo forte recuperato detto anche Bus de Vela.

La pista ciclabile si divide in due parti: la prima, che va da Torbole a Dro, è lunga 11 km, mentre la seconda, che va da Pietramurata a Sarche, è di 4 km. Se si va verso Nord si inizia il tragitto passando lungo il Lago di Toblino costeggiando il romantico castello. A Vezzano, la pista ciclabile riprende il suo normale tragitto fino ai Laghi di Terlago, dove termina (per ora, ma tra poco proseguirà fino a Trento).

Se ci si dirige verso Sud ovvero verso il Lago di Garda, dalle Sarche si attraversano i vigneti presso Pietramurata, passando poi attraverso il paesaggio quasi lunare delle Marocche di Dro e nelle vicinanze di Castel Drena proseguendo poi attraverso Dro, Ceniga e Arco fino ad arrivare a Linfano (Torbole), dove si incrocia la pista ciclabile che collega Riva del Garda – Torbole e Mori.

Il terreno è asfaltato e non presenta forti dislivelli né particolari difficoltà. Grazie al clima mite del Lago di Garda, la pista può essere percorsa in tutti i mesi dell’anno e, per le sue caratteristiche, è particolarmente adatta alle famiglie.

Oltre a fare scoprire le bellezze naturali del Lago di Garda, questo itinerario offre anche la possibilità di ammirarne i paesi e le bellezze culturali e architettoniche. Si consiglia, per esempio, di fermarsi per una sosta ad Arco, caratterizzata dal castello abbarbicato su una rupe. Proseguendo, poi, si arriva a Ceniga, dove si può ammirare un bellissimo ponte romano sul fiume Sarca recentemente restaurato. Per arrivare a Dro, invece, si oltrepassano i numerosi vigneti e frutteti che lo circondano.

Guarda le altre piste ciclabili del Trentino Alto Adige o delle altre regioni d’Italia

La nuova pista ciclabile della Valle dei Laghi