Viaggio in Polonia, tra città medievali uniche e una costa mozzafiato

La Polonia riapre i confini e si può iniziare già da ora a progettare una vacanza per scoprire le bellezze naturali e le sue città medievali

La Polonia è pronta a riaprire le proprie porte ai viaggiatori europei e mostrarsi nuovamente in tutta la sua bellezza. Dopo un periodo di emergenza mondiale che ha costretto il mondo a prendersi una pausa dai viaggi, dal 13 giugno il turismo ripartirà senza insormontabili limitazioni e tutti i cittadini europei, tra cui i cittadini italiani, potranno varcare i confini dello Stato dell’Europa centro-orientale. A dare la buona notizia il primo ministro Mateusz Morawiecki che anticipa anche la data di ripartenza dei voli internazionali che verranno ripristinati il 16 giugno.

Una meta ideale per viaggi – anche brevi – nelle città storiche, davvero pittoresche, o per vivere un’avventura nella natura pressoché incontaminata, attraversando monti e boschi. Oppure, ancora, esplorando cittadine dall’architettura medievale, senza dimenticare le incantevoli spiagge che si affacciano sul Mar Baltico.

Qui, ad esempio, si trovano lidi bianchissimi e dalle sabbie fini, come quelle della penisola di Hel, una terra boscosa di 34 km con spiagge pulite e le storiche capanne dei Casciubi. Da considerare anche la stazione balneare di Miedzyzdroje, molto popolare negli ultimi anni e i lidi vicini alla cittadine di Darłowo, Jastarnia, Jurata, Mielno, Niechorze per passare momenti rilassanti su spiagge dalle sabbie morbide, bianche o dorate, ma sopratutto poco affollate e larghe, capaci di assicurare ed infondere pace. Veri e propri luoghi mozzafiato spesso circondati dalla natura.

A tal proposito, chi ama i viaggi green può optare per una vacanza alla scoperta del distretto dei Grandi Laghi della Masuria, nella Polonia nord-orientale, per perdersi tra fiumi e laghi; oppure organizzare una visita ai Beschidi, una delle più caratteristiche catene montuose in Polonia, perfetta d’estate per escursioni in mezzo alla natura. Curiosa e magica da vedere anche la Foresta Storta, a Gryfino, nella regione della Pomerania occidentale. 

Infine, chi sceglie la Polonia come meta di vacanza non può non visitare le città medievali, come Torun. Il suo centro medievale, noto patrimonio Unesco, è diventato un’icona della Regione della Cuiavia-Pomerania. Piccola città gotica, che ha dato i natali all’astronomo Niccolò Copernico, è davvero un incanto per gli occhi, con il suo castello e la sua cinta muraria, la torre pendente e antiche le cattedrali. Bellissima anche Lublino, con la sua cattedrale, il castello e la piazza, nota per i suoi festival internazionali e progetti artistici; a cui si aggiunge la cittadina industriale di Lodz con gli edifici in stile Art Nouveau.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio in Polonia, tra città medievali uniche e una costa mozzafiato