Un trekking sui colli bolognesi tra natura e arte

Il 29 agosto e l'11 settembre l'emozione del teatro immerso nella natura

Una coinvolgente escursione tra natura e arte: al via, domenica 29 agosto e sabato 11 settembre, la Transcollinare, il trekking che attraversa i colli bolognesi in tre tappe e permette di vivere, in tutta sicurezza, le emozioni del teatro nell’abbraccio della natura.

L’evento, che durerà per tutte le due giornate, si svolgerà lungo 12 chilometri da Villa Spada al Parco del Paleotto lungo i percorsi CAI per raggiungere tre luoghi che sono simbolo dei colli bolognesi e che da anni raccontano il territorio e l’arte: i 300 scalini, Fienile Fluò e Paleotto 11.
Ogni tappa offrirà una narrazione emozionale e itinerante, in piena sintonia con le caratteristiche naturali dei luoghi e la loro storia, con imperdibili momenti di danza, teatro e musica.

La partenza avverrà dal parco di Villa Spada con due gruppi, uno alle ore 8.30 e l’altro alle ore 9.15 e, per tutto il giorno, i partecipanti si sposteranno di tappa in tappa, immersi nella natura, passeggiando lungo i sentieri che uniscono i tre luoghi teatro degli spettacoli fino ad arrivare, al tramonto, al Parco del Paleotto.

La prima tappa giunge ai 300 scalini dove godere dello spettacolo “Figli della terra” con l’attrice Ginetta Maria Fino e i polistrumentisti Duo Megale: il senso della narrazione è racchiuso attorno a un vecchio scrigno di legno che sarà donato ai partecipanti affinché la terra sia loro maestra.

La seconda tappa, al Fienile Fluò, prevede lo spettacolo “Tra gli alberi walk” con Angelica Zanardi e Pasquale Mirra e/o Erica Scherl, una passeggiata tra gli alberi della collina impreziosita da inebrianti essenze arboree.
Qui è prevista la sosta per il pranzo e, a questo proposito, fino al giorno prima è possibile ordinare un cestino Pic Nic, anche vegetariano, al costo di 10 euro.

Infine, la terza tappa è il Paelotto 11 con lo spettacolo CORpi#1 di Teresa Cecchi, Martina Delprete e Roberta Zerbini, una lecture-performance che parla d’ incontri, di corpi, di lavoro, di periferie del mondo, di visioni marginali e geografie del presente mentre il sole cala all’orizzonte.

Il progetto rientra nel cartellone “Bologna Estate 2021” ed è nato da un’idea di Crexida/Anima Fluò, Ekodanza e Teatro dei Mignoli con la collaborazione della Sezione CAI “M. Fantini” di Bologna e il sostegno del Dipartimento Cultura del Comune di Bologna.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un trekking sui colli bolognesi tra natura e arte