Mauritius riapre al turismo: quali sono le regole da seguire

Mauritius riapre i confini ai viaggiatori internazionali in 2 fasi: le regole da seguire

Arriva una conferma attesa da molti: quella della riapertura dei confini di Mauritius ai viaggiatori internazionali. La data prevista è quella del prossimo 15 luglio, anche se il percorso verso il normale flusso turistico seguirà 2 diverse fasi e con le seguenti regole.

Durante la prima fase, che andrà dal 15 luglio al 30 settembre 2021, l’ingresso sarà consentito ai soli viaggiatori completamente vaccinati. I turisti dovranno però rimanere all’interno delle aree dei resort in cui soggiornano, dove potranno utilizzare tutte le facilities, incluse piscine e spiagge private. Sarà concesso loro di uscire solo se il soggiorno avrà una durata di oltre 14 giorni e dopo essere risultati negativi a un test Pcr.

Gli hotel si stann attrezzando per accogliere i turisti stranieri e stanno iniziando a raccogliere le prenotazioni. Possiamo trovare le migliori offerte su Booking per la West Coast di Mauritius su Booking, la zona dove possiamo trovare delle spiagge più rinomate come la celebre Flic-en-Flac.

Oltre ad essere completamente vaccinati, i viaggiatori adulti di età pari o superiore a 18 anni dovranno presentare l’esito negativo di un test Pcr effettuato prima del viaggio e verranno testati di nuovo all’arrivo; ulteriori test saranno effettuati – eventualmente – al settimo e al 14° giorno della vacanza a Mauritius.

La fase due della riapertura inizierà invece dal giorno 1 ottobre 2021. In questo caso i viaggiatori vaccinati potranno fare ingresso sull’Isola senza alcuna restrizione, sempre presentando però l’esito negativo di un test Pcr effettuato entro 72 ore prima della partenza.

I viaggiatori non vaccinati saranno soggetti a 14 giorni di quarantena in camera per entrambe le fasi uno e due fino a nuovo avviso.

La splendida isola dell’Oceano Indiano, dopo un periodo di relativa tranquillità, si è trovata a marzo a dover fare i conti con la seconda ondata di Covid-19 e ha chiuso le frontiere con il resto del mondo. Un sacrificio per un Paese dove il turismo rappresenta una delle maggiori voci del Pil nazionale, ma che ha puntato tutto su “prima la sicurezza”. Nelle ultime settimane, infati, Mauritius ha accelerato il ritmo della campagna vaccinale, dando priorità ai lavoratori in prima linea nel settore del turismo. Il Paese punta all’immunità di gregge entro la fine di settembre.

Si ricorda, tuttavia, che secondo la normativa italiana attuale (e in vigore fino al 30 luglio 2021) non è ancora possibile viaggiare per turismo dall’Italia verso Mauritius, in quanto parte dell’Elenco E. Per questo motivo, prima di effettuare un viaggio, vi invitiamo a visionare i siti istituzionali dei Paesi di destinazione, e la pagina web del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale ViaggiareSicuri, al fine di rimanere sempre aggiornati su eventuali cambiamenti delle norme vigenti.

Le prenotazioni per Mauritius sono già iniziate. Tra le zone più gettonate, oltre alla parte occidentale, consigliamo la North Coast dove si trova la bellissima Grand Baie, caratterizzata da spiaggette sabbiose e un mare incontaminato dove troviamo molte barche a vela. Per soggiornare in questa zona incantevole, possiamo verificare la disponibilità degli hotel direttamente su Booking.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mauritius riapre al turismo: quali sono le regole da seguire