I paradisi del mondo che non hanno conosciuto il Covid

La pandemia che ha imperversato durante il 2020 e che ancora si fa sentire, non ha però toccato alcuni Paesi

Il Covid 19, che ha imperversato a livello internazionale durante tutto il 2020 e che ancora si fa sentire, per fortuna non ha però toccato alcuni Paesi, secondo quanto rilevato da un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità a un anno dall’inizio della pandemia.

La maggior parte degli Stati che non hanno segnalato casi di contagio sono isole o isolotti a migliaia di chilometri dalla costa, veri paradisi Covid free che hanno attuato tempestivamente regole rigidissime sugli ingressi e che si sono isolati dal mondo esterno.

Tra questi troviamo, ad esempio, le Samoa americane, un arcipelago del Pacifico meridionale che comprende i due atolli corallini di Swains Islands e Rose Atoll e cinque isole di origine vulcanica. I due atolli corallini sono un autentico tesoro del Pacifico, tra i luoghi più suggestivi del pianeta. Le acque cristalline e le spiagge di sabbia bianca delle Samoa sanno come lasciare senza fiato.

Anche le splendide Isole Cook, a più di 3000 chilometri dalla Nuova Zelanda, si sono salvate dal contagio. Le 15 piccole isole del Pacifico meridionale hanno imposto da subito la quarantena obbligatoria all’ingresso e vietato temporaneamente alle imbarcazioni, comprese le navi da crociera, di entrare nei porti.

Ma non sono le uniche. Nessun caso, infatti, è stato registrato tra i 1400 abitanti di Tokeleau, tre atolli tropicali corallini nell’Oceano Pacifico del Sud a circa 480 chilometri dalle Isole Samoa. La piccola nazione mantiene inalterate le antiche usanze e abitudini di vita, non ha aeroporto e si raggiunge soltanto via traghetto che, alcune volte al mese, le collega con il porto di Apia nelle Samoa.

Zero casi anche a Kiribati, Repubblica insulare del Pacifico centrale con 33 atolli corallini e varie isolette sparse lungo l’equatore, molte di queste disabitate, che offrono luoghi tranquilli per le immersioni, la pesca e il birdwatching. Tra lagune e spiagge bianche, spiccano anche le danze tradizionali e l’artigianato.

Palau, l’arcipelago della Micronesia nel Pacifico occidentale composto da 500 isole, si affianca a Kiribati con zero casi di contagio. L’isola più grande, Babeldaob, ospita spiagge sabbiose, maestose montagne, la capitale Ngerulmud, e antichi monoliti di basalto conosciuti come Badrulchau.

I circa 70 abitanti di Pitcairn, arcipelago composto da quattro isole vulcaniche del Pacifico meridionale, non hanno avuto tra loro alcun contagio da Covid 19. La remota isola è visitabile soltanto in barca ed è adatta per chi è attratto dalla natura selvaggia, dal silenzio e ama godersi il paesaggio in solitudine.

Infine, non ha conosciuto la pandemia Niue, stato insulare a 2.400 km a nord-est della Nuova Zelanda, il paese più piccolo del mondo dove è possibile vivere avventure indimenticabili nel cuore della natura più incontaminata.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I paradisi del mondo che non hanno conosciuto il Covid