Le Isole Vergini Britanniche riaprono al turismo: le regole

Finalmente le Isole Vergini Britanniche riaprono al turismo internazionale: ecco tutto quello che bisogna sapere

Finalmente, dopo mesi di stop, le Isole Vergini Britanniche riaprono al turismo internazionale. Si potrà tornare a visitare il favoloso arcipelago nel Mar delle Antille in tutta sicurezza, rispettando alcune nuove regole, per vivere una vacanza davvero serena e indimenticabile.

A partire dal 1° dicembre 2020, nel territorio inglese d’oltremare sono state adottate speciali misure atte a prevenire la diffusione del Covid-19, come test e un sistema avanzato di tracciamento dei contatti, distanziamento sociale e formazione del personale turistico.

Se sognate di partire alla volta delle Isole Vergini Britanniche nei prossimi mesi, ci sono alcune novità che dovete assolutamente sapere. Per cominciare, prima del check-in in aeroporto dovrete avere con voi alcune cose fondamentali: in primis, i risultati negativi di un test anti Covid-19 (RT-PCR), effettuato massimo 5 giorni prima dell’arrivo e l’assicurazione di viaggio che copra le spese mediche legate al Coronavirus. Vi verrà, inoltre, richiesto un certificato ufficiale BVI Gateway Traveler Authorization Certificate, che potrete ottenere compilando un questionario online e caricando i risultati del vostro test sul portale BVI Gateway 48 ore prima del vostro volo.

Una volta arrivati all’aeroporto delle Isole Vergini Britanniche, dovrete poi prendere un appuntamento per un nuovo test anti-Covid, da effettuare al termine del quarto giorno di permanenza. Fino ad allora, vi sarà richiesto di rimanere in quarantena presso il vostro hotel o resort, di attivare sul telefono la app “BVI Gateway” per il monitoraggio dello stato di salute, richieste mediche e contact tracing, nonché di indossare un braccialetto studiato per monitorare i movimenti dei turisti durante la quarantena.

La cifra richiesta per coprire i costi di tutti i test effettuati sull’isola, del braccialetto e dei servizi di tracciamento dei contratti, e per ricevere un certificato di autorizzazione di viaggio BVI Gateway, è di 175 dollari (circa 144 euro) a persona.

Una volta sottoposti al nuovo esame anti-Covid, in caso di risultato positivo, il viaggiatore sarà soggetto a isolamento e curato per un minimo di 10 giorni. In caso di risultato negativo, invece, sarete liberi di esplorare la bellezza incontaminata delle Isole Vergini Britanniche, osservando il coprifuoco dalle 17 alle 5.

Si ricorda, però, che in base alla normativa italiana attualmente in vigore, gli spostamenti dall’Italia verso le Isole Vergini Britanniche sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni, quali: lavoro, salute, studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Per ulteriori aggiornamenti vi invitiamo a visionare il sito della Farnesina.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le Isole Vergini Britanniche riaprono al turismo: le regole