Isole Baleari: sostenibilità, sicurezza e innovazione

Le Isole Baleari puntano a diventare una destinazione di cui godere 365 giorni l’anno: ecco come

Perle ambite per le acque cristalline e le spiagge da sogno, gli incantevoli parchi e monumenti naturali, la biodiversità unica, il fermento culturale e la movida sfrenata, le Isole Baleari sono un vero paradiso per chi desidera una vacanza all’insegna del relax, della bellezza e del divertimento. E ora anche della sicurezza, della sostenibilità e della innovazione.

L’Agenzia per la Strategia del Turismo delle Isole Baleari (AETIB) sta, infatti, puntando a consolidare l’arcipelago ubicato nel cuore del Mediterraneo come luogo di cui godere 365 giorni l’anno. Obiettivo reso possibile grazie a servizi d’eccellenza, all’adozione dei più rigorosi protocolli sanitari e d’igiene e all’elaborazione delle Linee guida d’azione di prevenzione del Covid-19 per tutti i settori della catena di valore del turismo.

Diverse sono le misure adottate per rendere il soggiorno alle Isole Baleari sicuro, tra cui il controllo della capienza nei locali, la misurazione di CO2 nell’aria per una corretta ventilazione negli spazi chiusi e l’implementazione di “bolle sociali” sul posto di lavoro.

Il Servizio Sanitario delle Isole Baleari ha, inoltre, creato più di 50 centri autorizzati per tutti coloro che si recano in vacanza in una delle isole dell’arcipelago spagnolo e hanno bisogno di fare un test anti Covid-19. In più, i viaggiatori che lo desiderano potranno usufruire dell‘assistenza medica gratuita in viaggio fornita dalla compagnia assicurativa RACE fino al 31 dicembre 2021, con la copertura per le spese di trasporto, rimpatrio o prolungamento del soggiorno derivanti dal SARS-CoV-2. A tale scopo sono stati allestiti anche gli “hotel ponte”, per fornire un’adeguata assistenza sanitaria alle persone positive o in quarantena.

Nel frattempo, continua l’impegno delle Isole Baleari verso la sostenibilità, che si traduce nell’applicazione di un’Imposta di Turismo Sostenibile (ITS). Grazie a questa tassa, che si applica dal 2016 a qualsiasi persona che pernotti negli alloggi turistici dell’arcipelago, è possibile investire in progetti mirati a fornire un ambiente e un servizio migliore a turisti e residenti.

L’obiettivo è di destagionalizzare il tradizionale turismo estivo attraverso punti di forza come cultura, sport, ecoturismo e turismo sportivo, gastronomia, lusso, salute e benessere e il cosiddetto MICE (Meetings, Incentives, Conferences, Exhibitions). L’arcipelago delle Baleari vanta, infatti, un clima mite e caldo tutto l’anno, paesaggi naturali mozzafiato, ideali per gli amanti delle attività all’aperto, ma anche strutture moderne, una tecnologia medica di ultima generazione e trattamenti avanzati che lo rendono il luogo perfetto per il recupero e il riposo degli ospiti.

Senza dimenticare il ricco patrimonio culturale che impreziosisce le quattro isole al largo della Spagna Orientale, la gastronomia mediterranea legata alla terra, le estese infrastrutture alberghiere e gli eccellenti collegamenti con il resto d’Europa, che fanno di questi luoghi una destinazione perfetta per ogni esigenza.

È bene ricordare, tuttavia, che a causa della situazione attuale, si devono prevedere alcune restrizioni speciali per viaggiare nelle Isole Baleari. Pertanto, prima di visitare una delle perle dell’arcipelago, si raccomanda di controllare le informazioni sulla sicurezza sul sito di AETIB.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Isole Baleari: sostenibilità, sicurezza e innovazione