Il Capodanno di questo Emirato è da Guinness dei primati

In uno degli Emirati Arabi meno noti prende vita un Capodanno che è uno spettacolo vero e che è pieno di record mondiali

Che gli Emirati Arabi detengano numerosi record è risaputo, ma ce n’è uno in particolare, l’Emirato di Ras Al Khaimah, che pur essendo già detentore di diversi Guinness World Record per i suoi leggendari spettacoli pirotecnici, ha voluto ancora una volta creare uno show ipnotico per la notte di Capodanno, con l’obiettivo di aggiudicarsi ben due record mondiali. In sostanza, lo spettacolo che si tiene da queste parti durante l’ultima notte dell’anno è davvero speciale e unico nel suo genere. Ci sarà riuscito a sfondare il Guinness dei primati?

Il Capodanno da record dell’Emirato di Ras Al Khaima

Per celebrare il nuovo anno in modo unico, l’emirato di Ras Al Khaimah, già detentore di diversi record mondiali per i suoi celebri spettacoli di fuochi d’artificio, ha dato il benvenuto al 2023 con un indimenticabile spettacolo piro-musicale e soprattutto battendo ben due Guinness World Record.

Assicurandosi il titolo di “maggior numero di multirotori/droni telecomandati che lanciano fuochi d’artificio simultaneamente” con il record di 671 droni operanti e stabilendo il nuovo Guinness mondiale per la “più grande frase aerea formata da multirotori/droni creata con 673 droni”, lo spettacolo è durato ben 12 minuti e ha illuminato il cielo con una performance pirotecnica strabiliante e uno show di fuochi d’artificio che resterà nella storia di questa località.

Lo spettacolo appena avvenuto ha attirato visitatori da tutto il mondo. Per metterlo in scena sono stati utilizzati  600 droni, nano luci e colori, con lo scopo di creare un’incredibile coreografia a ritmo di musica. Coprendo un tratto di oltre 4,7 chilometri, l’evento è stato in grado di raggiungere un’altezza di 1.100 metri battendo il precedente record che vide l’utilizzo di “soli” 458 droni.

Il tutto è culminato con il messaggio “Happy New Year 2023” per poi vedere i droni creare l’iconico logo “RAKashida” dell’Emirato, per ricollegarsi alla destinazione. Ispirandosi al concetto di “kashida” nell’alfabeto arabo – una linea che collega le lettere per formare una parola – il logo rappresenta i tre elementi naturali riconoscibili dell’Emirato: il mare che si alza e si abbassa costantemente, il deserto che sfoggia dune ondulate e le montagne dalle altezze davvero vertiginose.

Commentando lo show pirotecnico da record Raki Phillips, Chief Executive Officer di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, ha dichiarato: “Ras Al Khaimah ha dimostrato ancora una volta la sua posizione di destinazione turistica leader che accoglie visitatori da tutto il mondo. Non solo abbiamo stabilito due nuovi Guinness World Record per le nostre celebrazioni di #RAKNYE2023, ma soprattutto abbiamo offerto a migliaia di visitatori e residenti uno spettacolo di Capodanno indimenticabile. Questo è un ottimo inizio per quello che sarà un anno estremamente emozionante e pieno di impegni che ci vedrà in prima linea per continuare a rafforzare la reputazione di Ras Al Khaimah quale destinazione imperdibile per il 2023”.

Dove è avvenuto lo spettacolo

I festeggiamenti di Capodanno, come negli anni passati, si sono svolti su Al Marjan Island che, grazie alla sua posizione strategica, ha permesso agli spettatori di godersi questo straordinario show in prima fila, e di far festa con la musica di alcuni dei migliori Dj e artisti degli Emirati Arabi Uniti, performance musicali, show di karaoke, food truck e molto altro ancora.

Un vero e proprio scintillante spettacolo pirotecnico di cui hanno potuto godere anche gli ospiti che soggiornavano nei numerosi hotel situati tra Al Marjan Island e Al Hamra. Non da meno sono state le persone che hanno seguito i festeggiamenti in diretta streaming: con oltre 30.000 visitatori e il tutto esaurito negli hotel è stato questo lo show dell’Emirato più visitato fino ad oggi.

Ras Al Khaimah è rinomato per aver fatto la storia con i suoi incredibili festeggiamenti di Capodanno: lo scorso anno ha dato il benvenuto al 2022 con il record mondiale per lo “Spettacolo pirotecnico con multirotore/drone a più alta quota”.

La destinazione detiene, come vi accennavamo in precedenza, i titoli Guinness World Record per il “Maggior numero di veicoli aerei senza pilota per il lancio simultaneo di fuochi d’artificio” e per la “Più lunga cascata di fuochi d’artifici”, raggiunti nel 2020, nonché i record per la “Catena di fuochi d’artificio più lunga” e la “Linea retta di fuochi d’artificio più lunga” con i suoi fuochi d’artificio del Capodanno 2019.

Cos’altro sapere sull’Emirato di Ras Al Khaimah

L’Emirato di Ras Al Khaimah non è solo record e festeggiamenti di Capodanno davvero unici al mondo, è anche un luogo ricco di montagne inesplorate, deserti non troppo aridi, acque cristalline e una storia millenaria.

Vi farà sorridere sapere che la sua Capitale è chiamata anche la “New York del Golfo Persico”, un soprannome che gli calza a pennello considerando che ha un suo preciso fascino.

Ma a sorprendere maggiormente è che proprio da queste parti sorge e svetta in tutta la sua maestosità la Jebel Jais, la più alta montagna di tutti gli Emirati Arabi Uniti con i suoi 1934 metri di altitudine. Una vetta che può essere definita un meraviglioso esempio di architettura naturale. Gli amanti della natura qui potranno avventurarsi lungo centinai di chilometri di sentieri da percorrere a piedi, ma anche numerosi pareti di roccia da scalare, strade usate dai commercianti che ancora si avventurano con i muli da solcare con le mountain bike, una via ferrata per i più coraggiosi e per chi non vuole porsi limiti persino la più lunga zipline del mondo.

Poi il mare di Ras Al Khaimah che regala un orizzonte privo di grattacieli e ostacoli artificiali. Poco lontano dai grandi alberghi, inoltre, prende vita un’oasi di mare popolata da fenicotteri rosa, pesci, granchi multicolore e persino uccelli dalle piume blu.

Ci si può addentrare in questo labirinto grazie a un kayak, un veicolo che permette di perdersi tra piante acquatiche e dune di sabbia color terracotta. Le altre e più frequentate spiagge di Ras Al Khaimah, invece, sono incantevoli e diverse sono le attività praticabili fra il windsurf, emozionanti escursioni su banana boat, il wakeboard (una sorta di sci d’acqua fatto con la tavola) e il bodyboard, una specie di surf che si pratica da coricati su di una tavola adattata allo scopo.

E poi il villaggio fantasma di Jazirat Al Hamra che un tempo era una ricca e prospera sede di pescatori di perle. Oggi quel che si può ammirare è un insieme di edifici fatti in corallo, scuole e vari servizi: un vero scorcio di vita reale dell’Emirato nei tempi che furono.

Infine, il deserto che regala sempre emozioni fantastiche. Insomma, l’Emirato di Ras Al Khaima è una perla da scoprire a Capodanno e durante tutte le altre stagioni.