Viaggi in aereo: ora è necessaria un’autocertificazione

Per poter volare, avrete bisogno di un'autocertificazione: scopriamo a cosa serve e come funziona

Possiamo pian piano tornare a viaggiare, finalmente, ma non sarà più come prima. A seguito dell’emergenza sanitaria che ha coinvolto il mondo intero, si sono intensificate le misure di sicurezza volte a garantire ai passeggeri di potersi spostare in piena tranquillità. Una delle principali novità riguarda l’autocertificazione, ora obbligatorie per poter volare.

Le compagnie aeree hanno dovuto stilare nuove linee guida per poter tornare ad operare in sicurezza. Ora che l’Italia ha riaperto le frontiere al turismo europeo, è tempo di mettere in atto tutte le misure necessarie che sono state studiate nelle scorse settimane. Una di queste prevede la compilazione di un’autocertificazione che fungerà da lasciapassare per l’imbarco. A partire dal 15 giugno, tutti i passeggeri dovranno avere con sé il modulo al momento di salire a bordo, altrimenti non potranno volare.

L’autocertificazione, mediante la quale ciascun viaggiatore garantisce l’assenza di sintomi e di contatti a rischio, dovrà essere compilata in ogni sua parte e presentata agli operatori prima del volo. Per rendere più rapido il processo di imbarco, si consiglia ai passeggeri di portare con sé il modulo già compilato prima di arrivare all’aeroporto. Tuttavia, se dovessero insorgere problemi o difficoltà, l’autocertificazione potrà essere compilata anche in loco, al momento del check-in.

Nei primi giorni dopo l’entrata in vigore del provvedimento si sono verificate alcune difficoltà nel reperire il giusto modulo da compilare. Ad oggi, molte compagnie aeree hanno finalmente fatto chiarezza. Alitalia, ad esempio, ha pubblicato online i moduli da scaricare per tutte le evenienze. Per i passeggeri in partenza dall’Italia è necessario compilare e presentare l’autocertificazione presente a questo link, mentre i passeggeri che rientrano nel nostro Stato dai Paesi dell’area Schengen dovranno presentare questo modello già compilato. Per chi arriva da Paesi extra Schengen, si chiede in aggiunta al modulo precedente anche la compilazione di questa autocertificazione.

L’obbligo di autocertificazione, comunque, è solo una delle misure di sicurezza adottate a bordo degli aerei a partire dal 15 giugno. Continua ad essere necessario l’uso della mascherina e il rispetto delle indicazioni degli operatori di volo in fase di salita e discesa dall’aeromobile, per evitare la formazione di assembramenti. Se decade l’obbligo di lasciare il sedile centrale vuoto, si fanno invece più stringenti le norme riguardanti il bagaglio a mano: ora le valigie andranno tutte nella stiva. In realtà la regola vale solamente per i bagagli a mano di grandi dimensioni, ma non è stata fissata una misura entro la quale i propri oggetti personali potranno essere portati a bordo.

Infine, viene meno anche l’obbligo di distanziamento sociale, al verificarsi di due condizioni: l’aria a bordo dell’aereo dovrà essere rinnovata ogni tre minuti e i passeggeri dovranno sottoporsi al controllo della temperatura – in caso di rilevazione superiore ai 37,5° C, sarà vietato l’accesso a bordo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggi in aereo: ora è necessaria un’autocertificazione