Scoprire e riscoprire l’Italia a bordo dei treni storici a ritmo slow

La vacanza estiva quest'anno si fa in Italia, a bordo dei treni storici, per riscoprire le bellezze del nostro Paese. Ecco tutte le partenze previste dal 2 giugno

Locomotive a vapore, a diesel o elettriche, carrozze in legno dei primi anni del ‘900 e Littorine per condurre i viaggiatori alla scoperta di un’Italia inedita e superlativa, come non l’abbiamo mai vista. Sono i treni storici, questi, che camminano sulle linee ferroviarie di un tempo, riaperte oggi a scopi turistici, per portare i vacanzieri alla scoperta dei borghi e dei paesi italiani nascosti nel verde.

Sono loro, infatti, i custodi della grande bellezza nostrana. Dal treno si possono osservare i paesini in lontananza, intervallati da panorami suggestivi e colorati che cambiano a ogni chilometro. Ma queste meraviglie si possono scoprire anche da vicino, grazie alle tappe previste negli itinerari percorsi dai treni storici, che ci consentono di visitare questi territori e di perderci tra monumenti, opere d’arte, storia e vivaci tradizioni.

I treni storici della Fondazione FS sono a tutti gli effetti musei dinamici in continuo movimento. Seduti sui vagoni è possibile ammirare gli incredibili panorami che caratterizzano il nostro Paese e fermarsi a visitare quei borghi e i paesini, collegati tra loro proprio da queste linee ferroviarie.

Treni storici in Italia

Treni storici in Italia

Il turismo ferroviario italiano per un’esperienza slow

Solo nel 2015, la Fondazione FS ha organizzato 166 viaggi turistici, ospitando a bordo dei treni storici 45mila viaggiatori. Con gli anni, l’interesse attorno al turismo ferroviario, come strumento per conoscere la grande bellezza italiana, è cresciuto ogni giorno un po’ di più. Complice l’approccio lento e sostenibile dell’esperienza stessa, che consente di scoprire alcuni dei luoghi più suggestivi d’Italia in maniera originale e inedita.

Gli appuntamenti che si sono seguiti durante questi anni, hanno esaltato le bellezze del nostro Paese, riportando in auge piccoli e meravigliosi borghi spesso spopolati, o comunque esclusi dai grandi circuiti turistici. Nel 2019, per esempio, la Transiberiana d’Italia, da sola, ha accolto a bordo oltre 30 mila turisti.

La grande ripartenza dei treni storici

Dopo il grande fermo delle attività turistiche italiane avvenuto a causa dell’emergenza sanitaria in corso, il turismo ferroviario si prepara alla ripartenza, con una serie di esperienze da vivere a bordo dei treni storici della Fondazione FS. A partire dal 2 giugno 2021, festa della Repubblica, un fitto programma di viaggi ci consentirà di vivere, di nuovo, questa magnifica esperienza a bordo dei treni storici.

Si potranno visitare i laghi della Lombardia, la meravigliosa Valsesia e la suggestiva Val d’Orcia. Riapre con grande entusiasmo anche la Transiberiana d’Italia e, per la prima volta, viene inaugurato il treno Mare-Monti da Montesilvano a Roccaraso.

La ripartenza del turismo ferroviario era stata in qualche modo già preannunciata con l’apertura del Museo Ferroviario di Pietrarsa, che racconta, conserva e custodisce la storia delle ferrovie italiane, il 29 aprile. Ora, con l’arrivo dell’estate, sono state annunciate le nuove date dei treni storici. Pe ripartire rilancio il turismo nostrano, per promuovere quello di prossimità, per far conoscere la bellezza dei luoghi nascosti e meno conosciuti.

Una delle grandi novità di questa estate 2021, riguarda la possibilità di portare la bicicletta a bordo su gran parte dei treni storici. Questa iniziativa è stata pensata per invitare le persone a proseguire il viaggio su due ruote, una volta scesi dai vagoni, per andare alla scoperta dei sentieri immersi nel verde in prossimità delle stazioni.

Ma quali sono i viaggi a bordo dei treni storici che potremmo fare questa estate? Scopriamolo insieme!

Alla scoperta dei Laghi Lombardi sul Sebino Express

Mercoledì 2 giungo partirà la prima corsa del Sebino Express dalla stazione di Milano Centrale alle 7.50. Destinazione: Paratico-Sarnico. Sarà possibile ammirare le suggestive località sulle sponde del Lago d’Iseo che ospitato gli antichi e affascinanti pontili di attracco delle chiatte per il trasporto delle merci.

Si potrà ammirare la meravigliosa biodiversità del territorio che oggi ospita oltre 500 specie animali. E poi ancora il suggestivo territorio ai piedi della Valcamonica, i resti del castello e della torre Lantieri, per un tuffo nel passato medievale.

Sempre da Milano Centralo, il 6 giugno partirà il Lario Express, la locomotiva elettrica e vapore caratterizzata dalle antiche carrozze anni ’30 Centoporte. Il treno accompagnerà i viaggiatori nell’entroterra lombardo alla scoperta dei magnifici borghi.

Lago d'Iseo

Lago d’Iseo

Arte e gusto: il Treno del Sacro Monte

Domenica 13 giugno è la data da segnare in agenda per tutti coloro che vogliono scoprire il Piemonte verde. Da qui, infatti, parte il Treno del Sacro Monte che attraversa la ferrovia turistica della Valsesia. Il veicolo ferroviario accompagnerà i turisti da Novara allo splendido Sacro Monte di Varallo, uno dei sette monti sacri piemontesi diventato patrimonio Unesco dal 2003.

Ogni corsa è tematizzata e abbinata piccole degustazioni a bordo, per un viaggio incredibile all’insegna della bellezza naturale e del gusto.

Il Treno natura della Val d’Ordia

L’inaugurazione dei treni storici, prevista per il 2 giugno, vede la ripartenza proprio in quella data, del Treno natura della Val d’Orcia. Una locomotiva a vapore del 1920 che porterà i viaggiatori a scoprire uno dei luoghi più affascinanti e suggestivi dell’Italia e del Mondo intero. Da Grosseto, il treno viaggerà diretto in Val d’Orcia, Patrimonio Mondiale Unesco, percorrendo la ferrovia turistica Asciano – Monte Antico.

Dai finestrini sarà possibile ammirare le sinuose colline delle Crete Senesi, il paesaggio dolce e gentile della Toscana, e i castelli e torri merlate che caratterizzano le cime. A ogni fermata sarà possibile, attraverso visite guidate, scoprire i centri storici e le passeggiate nel verde.

La Transiberiana d’Italia

La Transiberiana d’Italia non ha bisogno di presentazioni. Finalmente, si potrà tornare a bordo del treno più amato dai turisti italiani e stranieri. Quando? Sabato 19 e domenica 20 giugno. L’itinerario si snoda nel cuore dell’Abruzzo e del Molise tra Parchi Nazionali e Riserve Naturali, tra strade tortuose e strette gole. Si tratta comunque di una delle esperienze più suggestive a bordo di un treno, da vivere almeno una volta nella vita.

Il treno Mare – Monti

Domenica 27 giugno, invece, debutterà un nuovo itinerario imperdibile, sempre in Abruzzo. Protagonista di questa esperienza slow sarà il treno Mare – Monti, che porterà i viaggiatori alla scoperta della costa abruzzese e degli spettacolari paesaggi del massiccio della Majella.

Il treno partirà presso la stazione di Montesilvano. Attraverserà Pescara, Chieti e Sulmona, fino a raggiungere Campo di Giove, il meraviglioso e suggestivo borgo incastonato nel Parco Nazionale della Majella. Il treno, poi, proseguirà fino alla deliziosa Roccaraso, la località sciistica più nota ed attrezzata dell’Appennino, in provincia dell’Aquila.

Majella

Parco Nazionale della Majella

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scoprire e riscoprire l’Italia a bordo dei treni storici a ritmo...