I treni della Gran Bretagna escono dall’Interrail: le polemiche e il dietrofront

Dopo le polemiche degli ultimi giorni la Gran Bretagna ci ripensa: resterà parte della rete di Interrail

Niente “Brexit” sui treni: dopo la notizia allarmante degli ultimi giorni la Gran Bretagna ha deciso di fare un passo indietro annunciando che resterà parte della rete di Interrail.

La conferma arriva dal Rail Delivery Group (RDG), l’istituto che rappresenta l’insieme degli operatori delle ferrovie del Regno Unito. “Siamo lieti d’informare i nostri passeggeri – si legge in una nota – di aver raggiunto un accordo e che rimarremo parte sia d’Interrail sia di Eurail”. L’uscita del Paese dal sistema che consente di viaggiare con un unico biglietto sui treni europei, era stata annunciata dal vertice di Interrail dopo ben 47 anni di cooperazione. A causare il contrordine sarebbero state le reazioni negative seguite alla decisione dello stop ai viaggi in treno a partire dal 2020 per migliaia di under 30 e per gli amanti dei viaggi su rotaie.

Le ferrovie made in Britain avevano infatti svelato a sorpresa che non avrebbero più fatto pare del sistema Interrail, il biglietto che permetteva di muoversi liberamente sui treni della maggior parte dei paesi europei pagando una cifra forfettaria. In seguito si era verificato un “botta e risposta” piuttosto acceso tra il Rail Delivery Group (Rdg), che rappresenta le compagnie ferroviarie britanniche e l’Eurail, la società che gestisce il sistema. La prima aveva accusato la sua dirimpettaia di averli buttati fuori nonostante la decisione di proseguire a rimanere nel gruppo, mentre la seconda aveva replicato che se ne erano voluti andare da soli.

Interrail è il passaporto per esplorare l’Europa: grazie a un unico pass, è sempre stato possibile salire su numerosi treni europei senza necessità di fare più biglietti. Tra tutte le mete circostanti all’Italia, la Gran Bretagna è sempre stata una di quelle maggiormente richieste e visitate.

Con l’Interrail Gran Bretagna Pass si può accedere alle diverse attrazioni in Inghilterra, Galles e Scozia, con la disponibilità che varia dai 3 agli 8 giorni di viaggio nell’arco di 1 mese. Con meno di 28 anni si può usufruire dell’opportunità di acquistare un pass dedicato ai giovani, scontato, e -cosa non da poco- si può ricevere in omaggio un braccialetto Interrail e un pacchetto di viaggio gratis.

Sono soprattutto i giovani ad aver usufruito di questa possibilità fino ad ora: musei, vita notturna, luoghi legati alla musica hanno fatto dell’Interrail una vera e propria opportunità di viaggio low cost.

Ferrovia viadotto Glenfinnan in Scozia con un treno a vapore

I treni della Gran Bretagna escono dall’Interrail: le polemiche ...