A tremare per un tifone adesso è il Giappone

Non si è ancora spenta l’eco dell’uragano Ophelia e già un altro intenso ciclone tropicale si affaccia su un’importante e popolosa nazione

Non si è ancora spenta l’eco dell’uragano Ophelia, che nel suo vagabondare anomalo sull’Atlantico Orientale ha sfiorato anche l’Europa, e già un altro intenso ciclone tropicale si affaccia su un’importante e popolosa nazione.

Sopra le calde acque del Pacifico Occidentale, infatti, negli ultimi giorni si è formato il tifone Lan, che con il suo carico di piogge torrenziali e con venti che soffiano a circa 140 km/h (ma le raffiche raggiungono anche i 180 km/h) si sta dirigendo verso il Giappone.

Secondo le proiezioni dei meteorologi di Meteo Giuliacci, il tifone, che al momento si trova appena a Ovest delle Filippine, nei prossimi giorni acquisterà potenza fino a trasformarsi in un supertifone (l’equivalente di un uragano di massima categoria) e investirà le coste del Giappone nelle prime ore di lunedì 23, accompagnato da venti fortissimi che soffieranno a circa 200 km/h e da un’onda di marea di alcuni metri che potrebbe causare vaste inondazioni costiere.

In questo 2017, come confermano da Meteogiuliacci, nel Pacifico Occidentale si sono formati già 33 cicloni tropicali e di questi 9 si sono trasformati in veri e propri tifoni, ovvero cicloni con venti a oltre 118 km/h, con un bilancio provvisorio di 469 vittime e danni complessivi per oltre 7 miliardi di dollari.

A tremare per un tifone adesso è il Giappone