Novità rivoluzionarie in aeroporto: tornano i liquidi in valigia, sì a pc e tablet

Rivoluzionarie novità per gli aeroporti di Milano Malpensa e Linate: tornano i liquidi nei bagagli a mano e strumenti per velocizzare l'imbarco

Ha un che di rivoluzionario il processo di innovazione che, a partire dal 2020, interesserà gli aeroporti di Linate e Malpensa con il ripristino di misure precedenti alle modifiche avvenute a causa degli attentati dell’11 settembre 2001. L’obiettivo della Sea, la società che gestisce i due aeroporti, è quello di diminuire i tempi di attesa per raggiungere il gate e rendere tutto più semplice, senza tuttavia tralasciare il fondamentale aspetto della sicurezza.

In ogni caso, il trasporto aereo subirà dei cambiamenti radicali a partire dal permesso di portare con sé creme e liquidi superiori ai 100 ml che, fino ad ora, dovevano essere lasciati ai controlli. Inoltre, non sarà più necessario far visionare agli addetti della sicurezza computer, tablet e smartphone. Ma le novità non finiscono certo qui.

malpensa

Fonte: iStock

La parola d’ordine è smart security. Con un investimento di 17 milioni di euro, la Sea sta procedendo all’installazione di linee automatizzate per il controllo dei bagagli a mano, linee che consentiranno di gestire un numero elevato di passeggeri, fino a 250 persone all’ora.

La rivoluzione passerà anche dalle innovative macchine Eds-Cb (Explosives detection systems for cabin baggage) che sfrutteranno la tecnologia Tac al posto dei tradizionali x-ray. I macchinari entreranno in funzione in estate a Linate ed entro la fine del 2020 a Malpensa e saranno in grado di rilevare automaticamente la minima quantità di esplosivo. Grazie alle macchine Eds-Cb i passeggeri non dovranno più togliere dai bagagli a mano i liquidi oppure i dispositivi elettronici.

Ancora, per rendere più rapido l’accesso all’imbarco dopo l’arrivo in aeroporto, verrà sfruttata la tecnologia del riconoscimento biometrico facciale al fine di agevolare l’identificazione dei passeggeri in modo veloce ed efficace. Per evitare di estrarre i documenti ad ogni step, i viaggiatori si iscriveranno ad appositi chioschi dove le carte d’identità elettroniche o i dati biometrici resteranno in memoria per un anno. L’ingente investimento di 21 milioni di euro prevede l’installazione di 6 chioschi dedicati all’iscrizione, 25 boarding gate elettronici, 10 gate pre-security e 7 face spot security.

malpensa

Fonte: iStock

Novità anche per quanto riguarda l’imbarco dei bagagli: al Terminal 2 di Malpensa gli operatori del check-in lasceranno il posto a 21 self bag drop (8 a Linate) e i passeggeri, dopo aver fatto il check-in online, etichetteranno in autonomia i bagagli e li porranno sul nastro.

Infine, diverrà protagonista la Navigazione Indoor. Una volta entrati in aeroporto, i passeggeri saranno guidati dall’app Sea Milan Airports che indicherà loro il volo, il percorso più breve per raggiungere il gate e fornirà utili informazioni riguardanti i servizi disponibili (ascensori, negozi, farmacie e scale mobili).

Grande attenzione anche per la cibersecurity: gli aeroporti sono aree molto sensibili e l’implementazione della tecnologia dovrà essere accompagnata da sistemi di sicurezza per prevenire possibili attacchi hacker. Un aspetto su cui la Sea sta concentrando la maggior parte degli investimenti.

linate

Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Novità rivoluzionarie in aeroporto: tornano i liquidi in valigia, sì...