La Lonely Planet compie 40 anni

Nel 1972 il fondatore della casa editrice era partito da Londra per l'Australia. E da questo viaggio nacque la prima guida

Quaranta candeline da spegnare per Lonely Planet, la guida-icona dei viaggiatori, tra le più complete e attendibili della categoria. La casa editrice, in realtà, festeggia un doppio anniversario: i 40 anni dalla pubblicazione del primo libro della serie in inglese e i 20 anni dalla pubblicazione del primo in italiano. Per celebrare l’occasione sono usciti due libri, Grandi Viaggi, che propone gli itinerari top al mondo, e Across Asia On The Cheap, il diario della prima avventura del fondatore Tony Wheeler.

Proprio lui nel 1972 partì da Londra con sua moglie Maureen a bordo di un’auto con l’obiettivo di arrivare in Australia. Da questo viaggio nacque un diario che poi diventò la prima guida Lonely Planet. E dopo di questa si sono susseguite numerose edizioni, contenenti informazioni e consigli su un numero sempre più alto di Paesi nel mondo. Secondo Wheeler i Paesi del mondo emergenti a livello turistico sono Afghanistan, Iraq e Cina.

La Lonely Planet compie 40 anni