Nei cieli c’è un gigantesco squalo che vola

Salire a bordo di uno squalo gigante e prendere il volo. Non è la trama dell'ultimo Sharknado bensì una trovata geniale per un jet di nuova generazione

Aerei più comodi e luminosi, che dicono addio allo scomodo sedile centrale. L’idea della Embraer, che dipinge il proprio jet per renderlo un gigantesco squalo metallico.

Le Embraer, produttrice d’aerei brasiliana, si sta facendo notare da appassionati e curiosi per il suo nuovo E190-E2. Un aereo dipinto accuratamente per far apparire nei cieli del mondo un gigantesco squalo in metallo. Ciò che sembra l’intro di un B-movie fantascientifico è realtà e il suo nome in codice è Shark Profit Hunter, messo in mostra in svariati eventi in giro per il globo, compreso il recente Airshow Cina 2018, di inizio novembre.

Shark Jet

Fonte Foto: Twitter

Si tratta del modello che Boeing ed Embraer hanno deciso di utilizzare per pubblicizzare i propri modelli E2. Una famiglia alquanto vasta, che comprende gli E175-E2, E190-E2 e l’E195-E2. Al di là degli aspetti estetici, svariate sono le modifiche in favore dei passeggeri. Questi potranno dire addio al fastidioso e scomodo posto di mezzo, godendo di maggior spazio grazie alla configurazione a due posti. I finestrini sono più ampi, così da garantire maggior luminosità, mentre le cappelliere sono più ampie del 40% rispetto alla media, con maggior spazio anche al di sotto dei sediolini, così da poter comodamente distendere le gambe.

La compagnia è entusiasta dell’E190-E2, che definisce come il più silenzioso, efficiente ed ecologico mai realizzato. Stando alle statistiche fornite infatti dovrebbe consumare il 17% in meno di carburante rispetto al suo predecessore, l’E190, dichiarando ufficialmente guerra al suo più acerrimo nemico, l’Aribus A220.

Aereo squalo

Fonte Foto: Twitter

È già possibile godere della comodità e luminosità di questo jet, considerando l’accordo commerciale stretto con la Norway’s Widerøe, lo scorso aprile. Le previsioni di Embraer sono più che positive, guardando ai prossimi 20 anni di collaborazioni con operatori europei. Si ipotizza infatti un affare da 2.820 velivoli consegnati, fino a 150 posti a sedere l’uno. Guardando oltre i confini europei invece, la compagnia brasiliana ha indicato tre compagnie tra le principali che potrebbero beneficiare di questo nuovo jet: Alaska Airlines, Spirit Airlines e United Airlines. Nessun ordine però potrà essere completato prima del 2021. Tra qualche anno dunque occhi puntati sulla pista, si potrebbe avvistare un gigantesco squalo tra gli aerei in attesa di decollare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nei cieli c’è un gigantesco squalo che vola