Come cambierà Ibiza nei prossimi anni

Grandi cambiamenti in vista per Ibiza: scopriamo alcuni dei progetti che modificheranno il volto dell'isola

Ibiza si prepara ad affrontare degli importanti cambiamenti, e tutto grazie all’ecotassa. Il contributo che i turisti sono tenuti a pagare per il loro soggiorno alle Baleari verrà almeno parzialmente destinato per sviluppare alcuni progetti davvero interessanti.

È notizia di pochi giorni fa che il Consell di Ibiza ha presentato alla Commissione delle Baleari del turismo sostenibile ben 11 progetti da realizzare nel corso dei prossimi anni, per i quali ha chiesto di essere finanziato da parte dei proventi ottenuti con l’ecotassa. In particolare, la richiesta è di 17 milioni di euro, poiché il rimanente verrà stanziato dalle istituzioni di Ibiza grazie alle proprie risorse. L’iniziativa è particolarmente interessante, soprattutto andando a sbirciare tra i progetti che il Consell ha intenzione di sviluppare per promuovere il turismo sull’isola.

Ad esempio, tra le varie iniziative spicca quella per la creazione del Museo del Mare e della Pesca di Ibiza, per cui sono previsti tempi di lavoro di circa 39 mesi. L’idea è quella di valorizzare la cultura del mare sulla splendida isola delle Baleari, mediante la realizzazione e l’implementazione di attrezzature museali sul territorio, riportando a nuova vita alcuni dei reperti più importanti del vecchio villaggio di pescatori che sorgeva su queste aree. Il tutto, naturalmente, mira a sviluppare un nuovo flusso di turismo sostenibile nell’ambito della protezione, conservazione, modernizzazione e recupero dell’ambiente naturale, rurale, agricolo e marino.

Sa Caleta, Ibiza

Le rovine dell’insediamento fenicio a Sa Caleta – Fonte: Wikimedia

Un altro progetto di particolare rilevanza prevede la riabilitazione e la musealizzazione dell’insediamento fenicio che sorge nei pressi di Sa Caleta, una delle spiagge più belle ed esclusive di Ibiza. Qui i bagnanti possono trovare una piccola cala riparata da suggestive scogliere rosse a picco su acque cristalline. La pittoresca insenatura si affolla di turisti durante la stagione estiva, anche perché il fondale basso e sabbioso la rende molto versatile, adatta sia alle famiglie che agli appassionati di snorkeling. Poco distante dalla spiaggia si trovano le rovine del primo insediamento fenicio di Ibiza, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. L’impegno del Consell è quello di recuperare il patrimonio storico e culturale di questa regione così ricca di artefatti dell’antichità.

Per quanto riguarda i restanti progetti, la maggior parte mira a rinforzare la sicurezza sull’isola e a rendere più agevole il traffico lungo le sue principali vie di comunicazione. Inoltre sono in elenco la trasformazione di una vecchia costruzione in un centro sociale per i più giovani e l’organizzazione della Ibiza Marathon 2020, evento molto atteso dagli sportivi di tutto il mondo.

Ibiza

Ibiza

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come cambierà Ibiza nei prossimi anni