L’improbabile storia di successo di un piccolo villaggio islandese

Questa è la storia della piccola e quasi sconosciuta Húsavík, destinata a salire sul palco degli Oscar e a cambiare per sempre il suo destino

La meravigliosa Islanda non ha bisogno di presentazioni. Terra di fuochi e ghiaccio regala a cittadini e viaggiatori scorci e panorami mozzafiato, all’interno dei quali la natura mette in scena i suoi spettacoli più belli. I fiumi scorrono in mezzo ai deserti e la lava fusa erutta dalla terra non lontano da suggestivi ghiacciai.

E se è vero che con il tempo l’Islanda è diventata meta popolare dei viaggiatori avventurosi, è vero anche che esistono dei luoghi ancora sconosciuti, o almeno così era fino a poco tempo fa. È questo il caso di Húsavík, un piccolo villaggio situato nel nord del Paese che ospita appena duemila abitanti.

Situato a pochi chilometri dal Circolo Polare Artico, il paesino è conosciuto soprattutto per gli avvistamenti dei cetacei e per il bizzarro e curioso Museo Fallologico islandese che ospita oltre trecento peni di animali morti. Ma trattandosi di un paesino remoto, lontano dall’afflusso turistico, anche questo museo è stato spostato a Reykjavik per ragioni commerciali. Motivi per recarsi a Húsavík, quindi, ce ne sono ben pochi.

Ma il torpore e la tranquillità di questo villaggio remoto sono stati recentemente sconvolti da quando Húsavík è stata candidata all’Oscar, o meglio, una delle canzoni del film Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga, intitolata Húsavík (My Home Town), è stata candidata al Premio Oscar come miglior canzone insieme ad altre quattro finaliste.

Prima le riprese del film e poi la notizia della candidatura: non si parla altro che di Húsavík. La pellicola, distribuita su Netflix, racconta la storia di una band musicale che vive in questo piccolo paesino islandese e che, successo dopo successo, riesce a partecipare all’Eurovision Song Contest che si svolge a Edimburgo, diventando portavoce del Paese intero. Molte scene del lungometraggio sono state girate proprio a Húsavík portando il mondo intero a interessarsi del territorio.

Nelle ultime settimane, infatti, l’Islanda è al centro delle cronache internazionali sia per il risveglio inaspettato del Fagradalsfjall dopo 8 secoli, sia per la notte degli Oscar, ovviamente. Anche la piccola comunità di Húsavík è in fermento, consapevole dell’importanza che questo evento ha per il villaggio intero, forse la cosa più sensazionale accaduta negli ultimi secoli.

Su uno dei palchi più importanti del mondo, quello degli Oscar, verrà cantata una canzone ispirata e dedicata a uno dei paesi più piccoli e sconosciuti d’Islanda e questa è un occasione unica per Húsavík. Indipendentemente dalla vittoria, la storia del villaggio è destinata a cambiare per sempre.

Husavik

Husavik

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’improbabile storia di successo di un piccolo villaggio islande...