La leggendaria foresta sommersa del Galles, riportata alla luce da una tempesta

Dopo 4500 anni, la tempesta Hannah riporta in auge la foresta dimenticata: un piccolo gioiello del Galles, tutto da scoprire

Quasi per magia, la foresta protagonista della leggenda del regno di Cantre’r Gwaelod è riapparsa sotto ai nostri occhi.

La tempesta Hannah si è in questi giorni abbattuta energicamente sul Regno Unito e sull’Irlanda, con venti superiori ai 130km/h, lasciando più di 10000 abitazioni senza energia elettrica. La sua ferocia, tuttavia, ha riportato alla luce, inaspettatamente, i resti di un’antica e leggendaria foresta gallese, scomparsa ormai da millenni.

la leggendaria foresta del galles

Le leggende popolari narrano di una terra fertile che si estendeva per oltre 30 km, un regno mitologico che fu spazzato via, da un giorno all’altro, dalle onde del mare.
 L’alluvione fu causa di una distrazione della sacerdotessa Mererid, custode di un pozzo magico che si riempì fino a traboccare e a sommergere l’intero regno. Secondo gli abitanti del luogo, a volte si sente la campana della chiesa principale che una volta riuniva le persone di Cantre’r Gwaelod. E questa non è neppure l’unica storia che ruota attorno alla misteriosa foresta scomparsa.

C’è chi parla di quello che è stato soprannominato l’Atlantide del Galles, di un regno molto fertile che era riparato da una diga, che lo separava e proteggeva dal mare. 

Un giorno, a causa della bassa marea, la diga venne aperta per far defluire l’acqua ma, dato che il guardiano incaricato di badare alla chiusura della stessa era un forte bevitore, si distrasse. E il finale è quello che conosciamo tutti.

Non sappiamo quanto margine ci sia di verità in queste leggende: quello che è certo però è che nel sito sono stati ritrovati una serie di reperti archeologici, tra cui impronte fossilizzate di uomini, animali e alcuni strumenti di lavoro.

I resti riportati alla luce dalla tempesta Hannah mostrano che in quel luogo sorgeva una foresta di pini, querce e betulle dell’Età del Bronzo. Alcuni di questi sono attualmente visibili sulla spiaggia, grazie alla tempesta e alla bassa marea, sul tratto di costa che va da Borth a Ynys-Ias. Spessi tronchi e enormi radici, evocano un immaginario favolistico e leggendario del Galles di più di 4000 anni fa. In fondo dobbiamo ringraziare Hanna, che ci ha permesso di vivere, in piccola parte, la magia di un mondo ormai scomparso.

La leggendaria foresta sommersa del Galles, riportata alla luce da una tempesta

La leggendaria foresta sommersa del Galles, riportata alla luce da un...